Gravemente ferito sui Monti Picentini, salvato da Soccorso Alpino CNSAS ed Aeronautica Militare / FOTO E VIDEO

Gravemente ferito sui Monti Picentini (Avellino) un 38enne ha rischiato seriamente la propria vita a causa della caduta in un dirupo. A salvarlo l’azione combinata di Soccorso Alpino e Aeronautica Militare

Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania è stato allertato dalla centrale operativa del 118 per un intervento nell’area di Pizzo S.Michele, tra i comuni di Calvanico (SA), Montoro (AV) e Solofra (AV).

Soccorso Alpino e Aeronautica Militare recuperano e trasportano in ospedale il malcapitato

I Tecnici e i sanitari del CNSAS sono immediatamente partiti verso Calvanico, e dalla località Acqua Carpegna hanno intrapreso a piedi un sentiero verso Pizzo S.Michele.

L’infortunato si è rivelato essere un giovane di 38 anni, originario di Solofra, che nel pomeriggio di ieri si era diretto verso Pizzo S.Michele da cui, per dinamiche ancora da chiarire ha perso l’equilibrio, scivolando lungo un dirupo.

Fortunatamente egli stesso intorno alle 18.30 ha allertato la centrale operativa del 118 chiedendo di essere aiutato.

I Tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico della Campania sono riusciti a raggiungerlo ed i sanitari ne hanno valutato le condizioni.

L’infortunato è stato stabilizzato e trasportato all’interno della chiesa che si trova a Pizzo S.Michele, mentre un elicottero dell’Aeronautica Militare, partito da Pratica di Mare era in arrivo.

Il combo vincente: Soccorso Alpino, trasporto aereo urgente dell’Aeronautica Militare, cure in ospedale

Il giovane è stato poi trasportato fino al piazzale antistante, dove ha potuto essere imbarcato su un velivolo HH 139 dell’85° Centro SAR del 15° Stormo per essere trasportato al più vicino ospedale.

L’elicottero militare, uno degli assetti della Forza Armata sempre pronti al decollo sul territorio nazionale anche per questo genere di trasporti, si è immediatamente alzato in volo dalla base militare di Pratica di Mare – sede dell’85° Centro SAR (Search and Rescue) del 15° Stormo – ed ha raggiunto rapidamente l’impervia zona montana dove si trovava l’infortunato.

La precisione dell’operazione notturna si è potuta verificare grazie all’abilità dell’equipaggio e all’uso dei visori NVG (night vision goggles), gli apparati per visione notturna in dotazione all’Aeronautica Militare, l’equipaggio ha recuperato l’infortunato e lo ha trasferito presso il campo sportivo di Avellino, dove è stato successivamente affidato alle cure specifiche del 118.

L’intervento di questa notte è stato coordinato dal Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico (FE), in particolare dalla Sala Operativa del Rescue Coordination Center (RCC) dell’Italian Air Operation Centre, il centro di comando e controllo dell’Aeronautica Militare dal quale vengono gestite tutte le attività operative di questo genere.

Fotogallery dell’intervento di Soccorso Alpino e Aeronautica Militare:

Il video della partenza della persona soccorsa:

Per approfondire:

CNSAS, aggiornata la legge che regolamento il Soccorso Alpino: ecco cosa cambia per 118 ed elisoccorso

Trasporto aereo sanitario urgente per un uomo in pericolo di vita da Lamezia a Genova

I commenti sono chiusi.