Pic Majot (Friuli-Venezia-Giulia), valanga travolge sciatore: muore a quota 1650 uomo sloveno

Pic Majot (Friuli-Venezia-Giulia) – Era assieme a due compagni di gita lo sciatore sloveno travolto da una valanga nei pressi del Pic Majot, in Friuli-Venezia Giulia, a quota 1650 metri.

Pic Majot, il dramma alle 15 di oggi

Durante la discesa intorno alle 15:00 è stato provocato il distacco di un lastrone di neve ventata della larghezza di una settantina di metri e di spessore circa 40 centimetri che ha provocato la caduta di uno dei tre sciatori.

L’uomo non è riuscito ad arrestare la propria caduta prendendo velocità attraverso alcuni salti ripidi e arrestandosi su un albero: per lui non c’è stato nulla da fare.

Sul posto sono stati inviati sia l’elicottero della Protezione civile di base a Tolmezzo per servizio valanghe con l’unità cinofila del Soccorso Alpino e Speleologico Friuli Venezia Giulia – CNSAS  e un altro operatore del Soccorso Alpino sia l’elisoccorso regionale su attivazione della sala operativa e vi sono state dirottate le squadre che stavano compiendo una esercitazione sul Monte Lussari.

In tutto venti tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico compresi due dottori, anch’essi in esercitazione sul Lussari. Sul posto anche i soccorritori della Guardia di Finanza di Sella Nevea e i Carabinieri di Chiusaforte.

La salma, recuperata con una calata in corda doppia di una cinquantina di metri e traslata in un pianoro più dolce adatto al recupero con l’elicottero, è stata portata presso la caserma della Guardia di Finanza di Sella Nevea.

Per approfondire:

Presolana, tragedia in quota: muoiono marito e moglie, CNSAS Lombardia interviene per salvare gli altri escursionisti

Monte Marmagna, escursionista scivola sul ghiaccio e muore: soccorritori recuperano la salma

Fonte dell’articolo:

CNSAS – Soccorso Alpino e Speleologico

I commenti sono chiusi.