Camerun, epidemia di morbillo: finora oltre 1.400 casi confermati in otto regioni, con 13 decessi già registrati

Epidemia di morbillo in Camerun. Il Camerun vive mesi molto duri. Da tempo il paese centrafricano è alle prese con difficoltà politiche interne, con gli attacchi del gruppo terroristico di Boko Haram e, come tutto il resto del pianeta, con gli effetti della pandemia da coronavirus COVID-19.

 

CAMERUN, I DATI DI EXPANDED PROGRAMME ON IMMUNISATION SUL MORBILLO

Non bastasse tutto ciò, purtroppo, recenti statistiche del Expanded Programme on Immunisation (EPI) hanno rivelato un’epidemia di morbillo in otto regioni del paese, ad eccezione delle regioni nord-ovest e sud-ovest.

Il virus del morbillo ha determinato 1.427 casi di contagio certificati in 79 distretti sanitari camerunensi e già 13 decessi: quattro dai distretti sanitari di Kribi, due ciascuno dai distretti sanitari di Gashiga e Kolofata e uno ciascuno da Betaré Oya, Awae, Ngaoundal, Ngong e Guidiguis.

Cinque regioni sono fortemente colpite dal flagello, con la Regione Sud a guidare la classifica con 150 casi e quattro decessi registrati.

La regione orientale è seconda: 912 casi sono stati notificati, 135 indagati e 105 positivi.

Terza è la regione dell’estremo nord, con 779 casi notificati, 460 testati e 407 casi positivi confermati.

PEDIATRIA: I BAMBINI DEL CAMERUN E L’EPIDEMIA DI MORBILLO

Le informazioni dell’EPI rivelano inoltre che dalla scorsa settimana non è stato segnalato alcun decesso per morbillo e che il 50% dei casi erano bambini di età compresa tra 0 e 5 anni.

Inoltre, il 74% dei casi confermati non è risultato vaccinato.

La recente epidemia di morbillo ha spinto la leadership dell’Espanded Programme on Immunization (EPI) a lanciare una campagna di contrattacco progettata per limitare la propagazione della malattia.

Durante tali campagne, circa 344.480 bambini di età compresa tra 9 mesi e 9 nove anni sono stati vaccinati in sei regioni (Centro, Adamawa, Est, Nord, Estremo Nord e Sud) fornendo una copertura vaccinale del 60%.

Tra i bambini vaccinati ci sono 186.736 in cinque regioni che hanno ricevuto vitamina A.

MORBILLO, NON SOLO CAMERUN: I DATI OMS / WHO SU QUESTO ANCORA LETALE VIRUS

Il morbillo, o rosolia, è un’infezione virale che inizia nel sistema respiratorio.

Rimane ancora una significativa causa di morte in tutto il mondo, nonostante la disponibilità di un vaccino sicuro ed efficace.

Secondo la fonte attendibile dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), nel 2017 si sono verificati circa 110.000 decessi globali legati al morbillo, la maggior parte dei quali bambini di età inferiore ai 5 anni.

La malattia è altamente contagiosa poiché una persona che ha il morbillo può diffondere il virus a altri prima ancora di sapere che ce l’hanno.

Il principale fattore di rischio per la cattura del morbillo è la non vaccinazione.

PER APPROFONDIRE:

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI CHE ABBIAMO DEDICATO ALL’AFRICA

VISITA IL SITO WHO DEDICATO A EXPANDED PROGRAMME ON IMMUNIZATION

FONTE DELL’ARTICOLO:

GIORNALE ALL AFRICA

I commenti sono chiusi.