Coronavirus, dall’Oms un appello contro il “nazionalismo dei vaccini”

Coronavirus, i timori dell’Oms. Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ribadisce un concetto a più riprese espresso nei mesi scorsi: “Nessuno e’ al sicuro finche’ non siamo tutti al sicuro”

 

CORONAVIRUS, IL MONITO DEL DIRETTORE GENERALE DELL’OMS

Monito contro il “nazionalismo dei vaccini” e appello invece a “un’azione strategica e globale” contro il nuovo coronavirus: a lanciarli e’ stato oggi il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel corso di un punto stampa.

“Dobbiamo scongiurare un nazionalismo dei vaccini contro il Covid-19” ha detto Ghebreyesus.

“Un’azione strategica e globale e’ effettivamente nell’interesse nazionale di tutti i Paesi: nessuno e’ al sicuro finche’ non siamo tutti al sicuro”.

In vista della messa a punto di un vaccino, il direttore ha riferito di aver inviato una lettera ai governi dei Paesi membri dell’Oms chiedendo di partecipare a sforzi multilaterali e condivisi.

PAESI RICCHI CON VACCINO E PAESI POVERI CON MORTI: QUESTO IL TIMORE DELL’OMS RISPETTO AL CORONAVIRUS

Il pericolo paventato è che la scoperta di uno o più vaccini efficaci da parte di un numero ristretto di nazioni evolute determini una sperequazione spaventosa ed eticamente ripugnante tra paesi ricchi con vaccino e paesi poveri con esseri umani costretti ad una silenziosa strage.

PER APPROFONDIRE:

COVID-19, LA DIFFUSIONE RALLENTA MA OCCORRE STARE ALLERTA

FONTE DELL’ARTICOLO:

AGENZIA DIRE

I commenti sono chiusi.