Covid-19 in Africa, pubblicate nuove linee guida per diffondere i test antigenici rapidi

Africa, pubblicate le linee guida in tema COVID-19. Una strategia con l’obiettivo di far adottare dai paesi del continente i test antigenici rapidi, e quindi aumentare il numero di test anti Covid

La nuova Guidance on Use of Rapid Antigen Tests per COVID-19, il Quality Assurance Framework e i materiali di formazione aiuteranno i paesi africani ad aumentare rapidamente la diffusione dei test rapidi dell’antigene, per raggiungere tassi di positività dei test inferiori al cinque per cento.

La Commissione dell’Unione Africana, attraverso i Centri Africani per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (Africa CDC) e i suoi partner, ha pubblicato una nuova Guida sull’uso dei test antigenici rapidi per la risposta COVID-19, come parte di una strategia per espandere rapidamente i test degli antigeni per COVID-19 in Africa.

COVID-19, le linee guida per l’Africa

Insieme al Quality Assurance Framework for SARS-CoV-2 Antigen Rapid Testing for Diagnosis di COVID-19 e ai materiali di formazione per i test diagnostici rapidi dell’antigene SARS-CoV-2, gli esperti sperano che il documento contribuisca ad aumentare la capacità di test rapidi dell’antigene in tutta l’Africa il più rapidamente possibile.

Poiché il continente è testimone di nuovi picchi nei casi e nei decessi di COVID-19, la Commissione invita gli Stati membri a dare priorità all’introduzione dei test rapidi per la diagnosi dell’antigene nell’ambito di uno sforzo urgente per aumentare la capacità nazionale di test COVID-19 e gestire meglio la pandemia, al fine di raggiungere tassi di positività dei test inferiori al cinque per cento.

“Abbiamo fatto progressi significativi in Africa in termini di test, ma dobbiamo riconoscere che non siamo ancora a quel punto.

Il test dell’antigene è una novità che gli Stati membri dovrebbero adottare per aumentare la capacità dei paesi di aumentare rapidamente la capacità di effettuare test con tempi di risposta più rapidi per ottenere i risultati dei test”, ha detto il dottor John Nkengasong, Direttore del CDC Africa.

Africa, nelle linee guida anti COVID-19 le indicazioni dell’OMS

Nel settembre 2020, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha raccomandato l’uso di test diagnostici rapidi all’antigene in risposta alle sfide che i Paesi stanno affrontando con l’aumento di scala dei test utilizzando il test di amplificazione dell’acido nucleico (NAAT).

La NAAT è costosa e spesso richiede più di due giorni per restituire i risultati dei test e questo limita seriamente il suo uso diffuso, soprattutto nelle comunità difficili da raggiungere.

La velocità dei test e della comunicazione dei risultati ai singoli individui e alle autorità sanitarie pubbliche per l’isolamento e la ricerca di contatti è essenziale per fermare la diffusione di COVID-19.

Questa nuova strategia della Commissione dell’Unione Africana fa parte del partenariato per accelerare i test COVID-19 (PACT), che la Commissione ha lanciato nel giugno 2020 per aumentare rapidamente la capacità di test, tracciabilità e trattamento della risposta COVID-19 in tutta l’Africa.

Guidata da Africa CDC, questa rete globale di partner ha lavorato duramente dal settembre 2020 per reperire più di 11 milioni di kit di test antigenici rapidi da distribuire agli Stati membri.

I test sono una prima linea di difesa fondamentale contro COVID-19 che consente l’identificazione precoce e l’isolamento dei casi per rallentare la trasmissione e migliorare la fornitura di cure mirate a coloro che sono stati infettati, continuando nel contempo con altri servizi sanitari vitali.

I test promossi nelle linee guida dall’Unione Africana sono anche la chiave per la fornitura di successo dei vaccini COVID-19

I test antigenici sono più convenienti, più facili da usare e forniscono risultati entro 15 minuti al punto di cura.

Il nuovo documento guida fornisce raccomandazioni alle autorità sanitarie e al personale di laboratorio e clinico in Africa sull’uso dei test antigenici rapidi.

Il quadro di riferimento per la garanzia della qualità e i materiali di formazione che lo accompagnano guideranno l’introduzione, l’implementazione e la valutazione dei test rapidi dell’antigene.

“La disponibilità di test rapidi dell’antigene ad alte prestazioni offre l’opportunità di implementare realmente i test per un controllo più efficace delle epidemie e di espandere i test al di là delle impostazioni più ristrette e tradizionali”, ha detto il signor Ndlovu Nqobile, Chief Executive Officer, African Society for Laboratory Medicine, un’organizzazione partner PACT.

Oltre a fornire le linee guida e i documenti quadro, i partner PACT chiedono ai capi di Stato dell’Unione Africana di dare priorità al finanziamento e all’aumento di scala dei test COVID-19 come punto chiave dell’agenda del loro prossimo summit nel febbraio 2021.

I test rapidi anti COVID-19 previsti nelle linee guida servono anche ad una necessaria ripresa economica

Anche se la vaccinazione COVID-19 attira ora l’attenzione globale, e con la probabilità che ciò si intensifichi nei prossimi mesi, gli Stati membri devono riconoscere i test rapidi come una soluzione immediata per aiutare la riapertura delle economie e sostenere servizi ininterrotti per l’HIV, la tubercolosi, la malaria e altre malattie.

“Anche con la disponibilità di vaccini, i test rimangono la spina dorsale della risposta COVID-19, fornendo dati essenziali per il processo decisionale dei governi e dei responsabili politici.

I test rapidi dell’antigene consentiranno un significativo scale-up della capacità di analisi e le nuove linee guida sui casi d’uso chiave garantiranno che i test possano essere implementati quando e dove avranno il maggiore impatto”, ha dichiarato la Dott.ssa Catharina Boehme, Amministratore Delegato, Foundation for Innovative New Diagnostics, un’organizzazione partner PACT.

Il test rapido dell’antigene COVID-19 è raccomandato come test ad alte prestazioni per individui con sintomi, popolazioni ad alto rischio, operatori sanitari o lavoratori essenziali e contatti in contesti in cui la NAAT non è disponibile o dove i tempi di risposta per i risultati NAAT sono prolungati.

È anche raccomandato per l’uso in ambienti quali confini o punti di ingresso, luoghi di lavoro, istituti di istruzione, strutture carcerarie o altre strutture chiuse con casi sospetti o confermati.

Informazioni su PACT

PACT è stato istituito da Africa CDC come strategia per contribuire ad aumentare i test COVID-19 e ridurre la sua trasmissione in Africa.

La partnership sta mobilitando esperti, operatori della comunità, forniture mediche e altre risorse per sostenere Test, Trace and Treat per COVID-19 in modo tempestivo e per ridurre al minimo l’impatto della pandemia sul continente.

Interim Guidance on Use of Rapid Antigen Tests for COVID-19 - ENG
Quality-Assurance-Framework-for-SARS-CoV-2-Antigen-Rapid-Testing-for-diagnosis-of-COVID-19-Web

Per approfondire:

Read The English Article

COVID-19, l’Unione Africana: senza il vaccino, in Africa 8,4 milioni di vittime

Mozambico, grazie ai medici CUAMM una nuova Neonatologia per l’Ospedale Centrale di Beira

Nigeria, la necessità di rispondere ad un’epidemia di febbre gialla nel mezzo della pandemia COVID-19

Fonte dell’articolo:

Sito ufficiale Unione Africana

I commenti sono chiusi.