COVID-19, l'efficacia dell'anticorpo neutralizzante LY-CoV555 in pazienti ambulatoriali: uno studio su The New England Journal of Medicine / PDF

Anticorpo neutralizzante LY-CoV555 per COVID-19: la sindrome respiratoria acuta grave coronavirus (SARS-CoV-2) causa la malattia Covid-19, che è più frequentemente lieve ma può essere grave e pericolosa per la vita.

Si prevede che gli anticorpi monoclonali neutralizzanti il virus siano in grado di ridurre la carica virale, migliorare i sintomi e prevenire l’ospedalizzazione.

Anticorpo neutralizzante LY-CoV555 per COVID-19: uno studio di fase 2

In questo studio in corso di fase 2, che coinvolge pazienti ambulatoriali con Covid-19 lieve o moderato recentemente diagnosticato, abbiamo assegnato in modo casuale a 452 pazienti una singola infusione endovenosa di anticorpo neutralizzante LY-CoV555 in una di tre dosi (700 mg, 2800 mg, o 7000 mg) o placebo e abbiamo valutato i punti finali virologici quantitativi e i risultati clinici.

L’esito primario è stato il cambiamento dalla linea di base della carica virale al giorno 11.

I risultati di un’analisi intermedia pianificata a partire dal 5 settembre 2020 sono riportati in un esaustivo studio pubblicato dal prestigioso The New England Journal of Medicine, riportato integralmente in forma pdf in coda all’articolo.

Al momento dell’analisi intermedia, la diminuzione media osservata dalla linea di base del carico virale del log per l’intera popolazione era -3,81, per un’eliminazione di oltre il 99,97% dell’RNA virale.

Per i pazienti che hanno ricevuto la dose di 2800 mg di LY-CoV555, la differenza rispetto al placebo nella diminuzione rispetto al basale è stata di -0,53 (intervallo di confidenza del 95% [CI], da -0,98 a -0,08; P=0,02), per una carica virale più bassa di un fattore 3,4.

Sono state osservate differenze minori rispetto al placebo nel cambiamento rispetto al basale tra i pazienti che hanno ricevuto la dose da 700 mg (-0,20; 95% IC, da -0,66 a 0,25; P=0,38) o la dose da 7000 mg (0,09; 95% IC, da -0,37 a 0,55; P=0,70).

Nei giorni da 2 a 6, i pazienti che hanno ricevuto il LY-CoV555 avevano una gravità dei sintomi leggermente inferiore rispetto a quelli che hanno ricevuto il placebo.

Conclusioni dello studio su pazienti Covid ambulatoriali trattati con LY-CoV555 o placebo

La percentuale di pazienti che hanno avuto un ricovero ospedaliero legato alla Covide-19 o una visita al pronto soccorso è stata dell’1,6% nel gruppo LY-CoV555 e del 6,3% nel gruppo placebo.

In questa analisi intermedia di uno studio di fase 2, una delle tre dosi di anticorpo neutralizzante LY-CoV555 sembrava accelerare il naturale declino della carica virale nel tempo, mentre le altre dosi non lo avevano fatto entro il giorno 11.

Anticorpo neutralizzante LY-CoV555 The New England Journaal of Medicine

Per approfondire:

Read the english article

COVID-19, quale il significato clinico degli anticorpi IgG anti-SARS-CoV-2 specifici?

COVID-19, negli USA farmaco anticorpale Eli Lilly fallisce la sperimentazione: altri proseguono

Fonte dell’articolo:

The New England Journal of Medicine

I commenti sono chiusi.