Covid, Blangiardo (Istat): “Nel 2020 oltre 700mila morti, come nel 1944”

Il Presidente ISTAT sull’emergenza Covid: “L’ultima volta che siamo andati oltre i 700 mila morti eravamo nel pieno della Seconda guerra mondiale”

L’Italia travolta dal Covid, le parole del Presidente Istat Gian Carlo Blangiardo

“E’ chiaro che non è ancora finito l’anno, e quindi faremo un bilancio alla fine.

Pero’, è chiaro che la previsione, una valutazione molto ragionevole fa pensare che quest’anno, purtroppo e facilmente, supereremo il confine dei 700mila decessi complessivi, che è un valore preoccupante.

Pensi che una cosa del genere in Italia era successa nel 1944, l’ultima volta che siamo andati oltre i 700 mila morti eravamo nel pieno della Seconda guerra mondiale.

Quindi, purtroppo, è un anno particolarmente sfortunato”.

Cosi’ il presidente dell’Istat Gian Carlo Blangiardo, ad ‘Agorà’ su Rai3, ricordando che “nel 2019 il dato è stato di 647.000 morti“.

Per approfondire:

Rapporto ISTAT-ISS: in 9 casi su 10 COVID-19 è la causa direttamente responsabile del decesso

Lavoratori con disabilita’ e Covid, l’instat report di Fish: 500 le persone intervistate

Primo soccorso, approccio al paziente Covid con stroke in atto. Mount Sinai conferma: ictus più gravi e con esito peggiore

Obbligo del vaccino Covid a soccorritori ed operatori sanitari: Walter Ricciardi si dice d’accordo

Covid, Fondazione Gimbe: “L’epidemia rallenta ma gli ospedali sono sotto pressione e ancora troppi decessi”

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.