Covid, promettono vaccini spacciandosi per operatori dell’Asl genovese: Asl 3 smentisce e avverte

Vaccini Covid, a Genova è allarme truffa: alcuni cittadini riferiscono di essere stati contattati telefonicamente per la somministrazione dell’antidoto a domicilio, ma l’azienda sanitaria smentisce e invita a segnalare alle forze dell’ordine

Vaccini Covid, le precisazioni dell’ Asl3 di Genova

Nessun operatore dell’Asl3 genovese ha il compito di chiamare gli assistiti per fissare “appuntamenti per la vaccinazione Covid-19 a domicilio”.

È la stessa azienda sanitaria ad avvisare i cittadini dopo una serie di segnalazioni di utenti che che riferiscono di essere stati contattati da “sedicenti operatori Asl” per l’effettuazione a domicilio della vaccinazione anti Covid.

In questa fase, sottolinea l’azienda sanitaria, la vaccinazione anti Covid è riservata agli operatori sanitari e sociosanitari di Aziende, enti o istituti del Sistema sanitario regionale (con priorità a chi assiste pazienti Covid-19), agli ospiti e al personale delle Rsa, ai medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, agli operatori sanitari e sociosanitari delle pubbliche assistenze, ad altre figure professionali operanti all’interno di Aziende, enti o istituti del Sistema sanitario regionale.

“La vaccinazione per i cittadini inizierà in una seconda fase, secondo tempi e modalità che verranno stabiliti dal ministero della Salute”, si precisa.

Nel caso di contatti telefonici con qualcuno che sostiene di agire per conto di Asl3 per prenotare una vaccinazione anti-Covid a domicilio, l’azienda raccomanda di segnalare il fatto alle forze dell’ordine.

Per approfondire:

Insulti no-vax all’infermiera Claudia Alivernini , la prima vaccinata d’Italia chiude gli account social

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.