Fase 2, attenzione alle mascherine che acquistate: le Fiamme Gialle ne sequestrano un milione contraffatte

Mascherine contraffatte: un DPI, le mascherine, che sono da tempo entrate nelle abitudini quotidiane degli italiani: la Fase 2, in tal senso, ha acuito la situazione. 

 

Ma occorre prestare grande attenzione, al momento di acquistare. 

La Guardia di Finanza, il Comando Provinciale di Frosinone per l’esattezza, ne ha sequestrate oltre un milione di contraffatte, denunciando tre persone. 

Le condotte illecite rilevate dalla GdF hanno interessato parecchi punti vendita della provincia di Frosinone, che commercializzavano dispositivi di protezione individuale dal marchio CE contraffatto e privi della documentazione di conformità obbligatoria. 

Risalendo la filiera di approvvigionamenti i finanzieri sono riusciti ad individuare i responsabili, che operavano mediante due società, una di prodotti per l’igiene e l’altra nel settore del commercio del caffè, rispettivamente di Roma e Cisterna di Latina. 

Mascherine contraffatte, la Guardia di Finanza spiega

Sotto la direzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino – si legge nel comunicato stampa della Guardia di Finanza –, nella persona del Sostituto Procuratore Dott.ssa Maria Carmen Fusco, venivano effettuate perquisizioni in oltre 100 punti vendita del Lazio riconducibili alle citate società, nel corso delle quali sono state rinvenute e sottoposte a sequestro, complessivamente, n. 1.050.455 mascherine protettive, mentre i 3 imprenditori di nazionalità italiana, venivano segnalati alla competente Autorità Giudiziaria per le fattispecie di contraffazione e vendita di prodotti con segni mendaci. 

Gli sforzi operativi in corso per assicurare un presidio di sicurezza e di legalità economica in questo particolare momento di emergenza sanitaria testimoniano l’attenzione e la determinazione poste dalla Guardia di Finanza nel contrastare ogni forma insidiosa di illecito commercio con fini speculativi di prodotti attinenti alla prevenzione sanitaria – rivenduti a prezzi aumentati in maniera ingiustificata o attribuendo loro, con condotte o messaggi ingannevoli, caratteristiche e proprietà inesistenti. 

PER APPROFONDIRE:

GUARDIA DI FINANZA, IL BUSINESS LEGATO ALLA PANDEMIA DA COVID-19

EMERGENZA – CORONAVIRUS E SCIACALLI: I SEQUESTRI DELLA GDF

CROCE ROSSA, DALLA CINA IN DONO 16 MILIONI DI MASCHERINE E DPI

DPI E DIFFERENZIATA: ECCO IL MODO CORRETTO DI GETTARE LA MASCHERINA NEI RIFIUTI

COVID-19, DALL’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’ UN VADEMECUM SUL CORRETTO USO DELLA MASCHERINA

FONTE DELL’ARTICOLO:

SITO UFFICIALE DELLA GUARDIA DI FINANZA

I commenti sono chiusi.