Misericordie d'Italia, Ugo Bellini nuovo presidente facente funzioni della Confederazione

Misericordie d’Italia che nominano Ugo Bellini nuovo presidente facente funzioni: l’impegno principale sarà quello di preparare l’assemblea elettiva prevista per la prossima primavera

Misericordie d’Italia, gli obiettivi del nuovo presidente

“Ugo Bellini – recita la nota delle Misericordie d’Italia – è il nuovo presidente facente funzioni della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia.

Dopo le dimissioni di Roberto Trucchi e di parte dei componenti del consiglio di presidenza (formalizzate lo scorso 9 gennaio durante il consiglio nazionale), Bellini che rivestiva la carica di vicepresidente, ha accettato la carica di presidente facente funzioni.

In questa veste accompagnerà la Confederazione verso l’assemblea elettiva prevista per la prossima primavera.

A dare la notizia al Movimento è stato lo stesso Bellini con una lettera inviata a tutte le Misericordie italiane.

Nel testo il presidente facente funzioni spiega che al prossimo Consiglio Nazionale proporrà anche la nomina di un nuovo consiglio di presidenza, anch’esso orientato al raggiungimento dell’assemblea elettiva.

In questo percorso Bellini sarà anche affiancato dal correttore nazionale monsignor Franco Agostinelli.

“Chiedo a tutti voi – scrive il presidente facente funzioni – dirigenti del Movimento ai vari livelli, confratelli e consorelle, di non far mancare alla Confederazione il vostro affetto, la vostra comprensione, anche la vostra attenzione critica; sempre con lo spirito di fraternità che deve contraddistinguere la grande famiglia delle Misericordie”.

Nella lettera al Movimento il neo presidente ha ringraziato il presidente uscente Roberto Trucchi e tutti i componenti del consiglio di presidenza.

Ugo Bellini siciliano, della Misericordia di San Giovanni la Punta (CT), è il primo presidente non toscano della Confederazione Nazionale”.

Per approfondire:

Servizio civile uscito il nuovo bando: 3000 posti nelle Misericordie italiane

Fonte dell’articolo:

Sito ufficiale Misericordie d’Italia

I commenti sono chiusi.