Pronto Soccorso di Forlì: allestite due strutture per il pre-triage e per l'accoglienza degli accompagnatori

In questi giorni, al Pronto Soccorso di Forlì, sono state allestite due strutture, che saranno operative a breve: una per il pre-triage e una per l’accoglienza degli accompagnatori.

Il pre-triage ospiterà un infermiere per indirizzare i pazienti ed i sospetti COVID-19

“La struttura del pre-triage, di colore blu – spiega Andrea Fabbri, direttore del pronto Soccorso, medicina d’Urgenza e 118 di Forlì – ospiterà un infermiere, che indirizzerà gli utenti verso specifici percorsi di pre-triage, tesi ad individuare tempestivamente i pazienti sospetti/positivi al COVID-19, al fine di indirizzarli verso i percorsi specificatamente dedicati .

In pratica l’infermiere, dopo aver sottoposto il paziente ad un’intervista, lo indirizzerà ad un percorso ad alto rischio Covid, oppure ad un percorso a basso rischio Covid, nettamente distinti.

Questo servirà ed evitare al massimo contaminazioni, sia tra i soggetti in attesa di diagnosi, sia intraospedaliere, da parte di soggetti affetti da patologie acute, ma a rischio di essere COVID -19 positivi non ancora diagnosticati. ”

La struttura provvisoria di colore bianco, invece, allestita nel piccolo parcheggio del pronto Soccorso, servirà per ospitare gli accompagnatori dei pazienti che avranno accesso al Pronto Soccorso, in un luogo riscaldato e collegato alla postazione del Pronto Soccorso con un sistema audio.

Si tratta di un modulo prefabbricato e temporaneo che, senza interventi invasivi che potrebbero interferire con le attività sanitarie, consentiranno di aumentare gli spazi di attesa.

Per approfondire:

Forlì, all’Ospedale Morgagni-Pierantoni il primo trapianto di sterno in Romagna

Romagna, gli operatori della casa di riposo rifiutano il vaccino. Il sindaco a Conte: “Che faccio?”

Fonte dell’articolo:

Comunicazione ufficiale Ausl Romagna

I commenti sono chiusi.