Covid, Diletta Valentini (Ospedale Pediatrico Bambino Gesù): mortalita' tre volte superiore con sindrome Down

Covid e sindrome di Down: “Eta’, obesita’ e diabete tra fattori di rischio”. Focus al congresso Sip

“Le persone con Sindrome di Down ricoverate per infezione da Covid-19 hanno tassi di mortalita’ tre volte superiori rispetto alla popolazione generale, soprattutto a partire dai 40 anni di eta'”.

Emergenza Covid e Sindrome di Down: l’intervento della dottoressa Valentini, responsabile del Centro Sindrome di Down dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ (Opbg) di Roma

A rivelarlo e’ Diletta Valentini, responsabile del Centro Sindrome di Down dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ (Opbg) di Roma, che affrontera’ il tema nel corso del congresso straordinario digitale ‘La pediatria italiana e la pandemia da Sars-Cov-2′ organizzato dalla Societa’ italiana di pediatria (Sip) e in programma il 27 e 28 novembre.

“I fattori di rischio di ospedalizzazione delle persone con Sindrome di Down che contraggono il Covid-19 sono l’eta’, l’obesita’ e il diabete- prosegue l’esperta-.

I fattori di rischio di mortalita’, oltre all’eta’, sono rappresentati dal genere maschile, dalla presenza della malattia di Alzheimer o di demenza”.

I dati sono stati messi in evidenza da un sondaggio realizzato dalla ‘Trisomia 21 research society’, societa’ internazionale dei ricercatori sulla Sindrome di Down.

L’indagine aveva l’obiettivo di “identificare i segni e sintomi di Covid-19 sulle persone con Sindrome di Down- spiega Valentini-.

In particolare si e’ voluto verificare eventuali differenze di sintomi rispetto alla popolazione generale, scoprire se le persone con Sindrome di Down sono da considerare ad alto rischio di morte e se i fattori di rischio di un decorso grave sono gli stessi della popolazione generale”.

Analizzando la sintomatologia, dal sondaggio e’ emerso che “i segni e i sintomi sono gli stessi della popolazione generale: febbre, tosse e dispnea”, conclude la responsabile del Centro dell’Opbg.

Per approfondire:

COVID-19 e S. di Down, mortalità fino a 10 volte più elevata: la pubblicazione di ISS e Università Cattolica

S. di Down, come relazionarsi, quale linguaggio usare: dal Bambino Gesù una guida online

Campania, Federico II: aumento fino a 10 volte tubercolosi in bimbi dal 2010

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.