Sintomi da COVID - 19 e influenza: come distinguerli? Bisogna andare a naso...e a palato

Sintomi da COVID-19 e da influenza. Nel mondo sanitario si sta vivendo con motivata preoccupazione: la concomitanza tra sintomi della consueta influenza stagionale e quelli del COVID-19

Come distinguere i sintomi di influenza e COVID – 19?

Iniziamo col dire che questa operazione non è ad appannaggio di genitori o maestre, ma di personale sanitario qualificato: infermieri di famiglia/comunità e medici innanzitutto.

Partiamo dai punti in comune: entrambe le patologie virali sono caratterizzate da febbre alta e patologie respiratorie, con sintomatologia simile in termini di gola arrossata, tosse e aumento delle secrezioni.

Peculiari dell’influenza stagionale sono però i dolori muscolari, articolari, la cefalea e la spossatezza.

Questi sintomi sono infrequenti, nel COVID-19.

A connotare il coronavirus è infatti l’alterazione del gusto e dell’olfatto (anosmia).

Nessuna forma di influenza stagionale in passato sembra aver prodotto questi ultimi due effetti.

E’ chiaro comunque questo: con il vaccino influenzale la stragrande maggioranza delle persone avrà copertura, e questo facilita enormemente la diagnosi.

Dolori muscolari, articolari e spossatezza, in un soggetto che si sia sottoposta alla vaccinazione influenzale, spostano l’attenzione verso un possibile contagio da COVID-19.

Quindi, nel dubbio…vacciniamoci.

Per approfondire:

Vaccino influenzale, l’associazione WAidid: In Italia l’influenza e’ tra le prime 10 cause di morte

I commenti sono chiusi.