Shock ipovolemico

DefinizionePosizione_antishock

Lo shock ipovolemico è la conseguenza della riduzione o perdita del volume del sangue o di liquidi nell’organismo con conseguente abbassamento della pressione sanguigna e scarsa ossigenazione dei tessuti.

Sintomi

Il paziente in stato di shock ipovolemico presenta questa determinata sintomatologia:

  • pallore, sudorazione (stato di pre-shock);
  • cianosi ed agitazione (stato di shock moderato);
  • tachicardia e respirazione compromessa (stato di shock severo);
  • oliguria (alterazione della funzione renale);
  • confusione mentale, perdita di coscienza, debolezza.

Primo Soccorso

Nel caso in cui ci si trovi in contatto con un soggetto in stato di shock ipovolemico ci si assicuri prima di tutto che le vie aree siano libere dunque si tolgano cravatte, sciarpe e si sbottonino gli indumenti, quindi si metta il soggetto in posizione antishock (se non vi sono lesioni evidenti al collo o alla testa o alla schiena), cercare di farlo sudare il meno possibile e mantenerlo in un ambiente caldo per prevenire l’ipotermia, tamponando la cute, prevenire la lipotimia cercando di mantenere il soggetto cosciente. Non somministrare liquidi per via orale.

Cause

Le cause che danno luogo al fenomeno di shock ipovolemico sono da ricercare nell’emorragie nel caso del sangue o nel caso di liquidi nel vomito e nella dissenteria, nell’abuso dimedicinali diuretici, nelle perdite renali causate dal diabete, nella sudorazione eccessiva e nelle ustioni.

Diagnosi

Per individuare i segni dello shock ipovolemico è necessario sottoporsi ai seguenti esami:

  • Esame chimico del sangue;
  • TAC, ultrasuoni o raggi-X delle zone sospette;

Terapia

La terapia per poter far fronte alle conseguenze dello shock ipovolemico consiste nella reintegrazione dei liquidi persi o del plasma pertanto il soggetto verrà sottoposto al trattamento farmacologico tramite flebo nella struttura ospedaliera, monitoraggio cardiaco e catetere urinario. Il successo di tali cure è determinato dal volume di sangue perduto, dalle malattie o lesioni che sono stati i fattori causanti, interazioni da parte di farmaci assunti dal paziente regolarmente.

Complicazioni

Specie nei soggetti anziani, lo shock ipovolemico grave può comportare:

  • Danni renali;
  • Danni cerebrali;
  • Attacchi di cuore.

I commenti sono chiusi.