Spencer

Azienda250px-Spencerlogo

Attiva dal 1989, è presente in modo capillare in tutto il mondo, con realtà produttive diversificate ed altamente innovative e con servizi al cliente all’avanguardia. La sua caratteristica di casa produttrice garantisce, grazie alle numerose certificazioni di qualità, una gamma di 1.700 prodotti, che coprono efficientemente i settori dell’emergenza, della sicurezza, del medicale e del funerario. Alla Spencer si progettano, testano e costruiscono tutti i 1.700 prodotti di gamma. Ogni progetto nasce per definire nuovi standard qualitativi, per soddisfare le esigenze di tutti i nostri clienti. La media degli investimenti Spencer in ricerca e sviluppo negli ultimi anni supera il 12% del fatturato. Una scelta per contribuire in modo concreto al progresso tecnico ed estetico del settore e mantenere un ruolo propositivo nel mondo dell’emergenza sanitaria.

Storia

Spencer è stata fondata nel 1989 a Parma, Italia. Nel 1990 Spencer ha prodotto il suo primo ventilatore polmonare. L’anno seguente è stata prodotta la prima tavola spinale in polietilene. La costante crescita ha permesso a Spencer di espandersi in due nuovi stabilimenti. E’ stato inoltre sampato il primo grande catalogo disponibile in 5 differenti lingue. Gli anni 2000 sono stati molto importanti per la Spencer: è stata infatti ideata e prodotta la rivoluzionaria barella autocaricante “Cross”, la prima tavola spinale adulto-pediatrico integrata “Tango” vincitrice del premio come prodotto più innovativo dell’anno all’EMS Today di Baltimore, e la rivoluzionaria sedia da evacuazione “Skid”. Inoltre Spencer è stata scelta come fornitore ufficiale per i Giochi Olimpici di Atene nel 2004 e per i Giochi Olimpici invernali di Torino nel 2006. L’incredibile crescita del nuovo millennio ha portato l’azienda a presiedere le attività di vendita in tutti e cinque i continenti. Nel 2011 è stata presentata Eva, la rivoluzionare sedia d’evacuazione capace di 30 soluzioni, 4 brevetti. In questo momento l’azienda produce e distribuisce oltre 1.700 prodotti che coprono il mercato dell’emergenza, del medicale e del mortuary. Il nuovo catalogo Spencer è il più completo del mondo dell’emergenza: il tempo di impiego richiesto è stato di circa 19.300 ore di lavoro, 1.200 rendering 3-D, 900 immagini; consta di 500 pagine ed è disponibile in Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Portoghese, Greco, Polacco e Cinese. Esso include 60 nuovi prodotti, 6 invenzioni rivoluzionarie e 45 prodotti brevettati.

Sponsorizzazioni e no profit

Tilicho

Spencer supporta l’associazione Onlus (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) Tilicho e il suo progetto umanitario a lungo termine per dare aiuto alle popolazioni del Nepal (distretti di Manang e Dolpo). Il progetto Tilicho prevede sostegno medico-umanitario per gli abitanti delle zone montuose del Nepal, dove malnutrizione, infezioni, carenze vitaminiche e patologie correlate all’utilizzo di acqua non potabile, sono le principali cause di malattia e decesso. La Tilicho Ong/Onlus ha concentrato sulla parte della popolazione più bisognosa (bambini, donne in età fertile e portatori), le proprie attività; sul sito tilicho.org potrai verificare i nuovi progetti ed i rsultati ottenuti grazie all’impegno dei numerosi volontari.

Spency

Spencer cerca di attutire il disagio psicologico di un bambino che sta vivendo un momento traumatico, collaborando con il prestigioso Istituto G. Gaslini di Genova e traendo spunto dalle esperienze di altre organizzazioni operanti nel campo pediatrico, tra le quali Good Bears of the World di De Bilt (Paesi Bassi), CPEM di New York (U.S.A.), Mount Saint Vincent University di Halifax (Canada). Così nasce il progetto globale Spency , ovvero donare un simpatico orsetto di peluche aibambini che si trovano in situazione di stress psicologicocausato da coinvolgimento in incidenti stradali, incendi e in generale ogniqualvolta siano oggetto di cure da parte di soccorritori a loro sconosciuti. Il dono del morbido orsacchiotto Spency da parte dei professionisti dell’emergenza (soccorritori 118, forse dell’ordine, VV.FF.) acquista una funzione terapeutica di grande importanza per tutti quei bambini che si trovano a dover affrontare situazioni difficili, permettendo inoltre ai soccorritori di stabilire più facilmente un dialogo con i pazienti più piccoli.

Certificazione

Sistema di Assicurazione Qualità

Spencer ha basato il proprio assetto aziendale su due fattori di importanza strategica:

  • la certificazione del proprio sistema di Assicurazione Qualità (dal 1998), in accordo non solo alle norme ISO 9001 (certificato n° 50 100 6189 rilasciato da TÜV ITALIA ), ma anche agli standard specialistici relativi ai dispositivi medici EN ISO 13485 (certificato n° Q1N 09 07 33230 016 rilasciato da TÜV SÜD Product Service GmbH);
  • la ricerca e sviluppo, per lo studio e la realizzazione di dispositivi tecnologicamente avanzati.

Alcune norme di riferimento sono:

  • UNI EN ISO 9001: Sistemi di gestione per la qualità: requisiti;
  • EN ISO 13485: Dispositivi medici – Sistemi di gestione per la qualità – Requisiti per scopi regolamentati;
  • UNI ISO 10999: Guida per l’elaborazione dei manuali della qualità;
  • UNI ISO 2859-1: Piani di campionamento indicizzati secondo il livello di qualità accettabile (LQA) per un collaudo lotto per lotto;
  • UNI ISO 2859-2: Piani di campionamento indicizzati secondo la qualità limite (QL) per il collaudo di un lotto isolato;
  • UNI EN ISO 19011: Linee guida per gli audit dei sistemi di gestione per la qualità e/o di gestione ambientale;
  • UNI CEI 70015: Rapporti committente/cliente – fornitore (Questionario per la raccolta dati ed informazioni ai fini della valutazione del fornitore);
  • UNI ISO 10015: Gestione per la qualità – Linee guida per la formazione;
  • UNI 11097: Gestione per la qualità – Indicatori e quadri di gestione della qualità;

Certificazione prodotti

Per tutti i dispositivi medici fabbricati dall’Azienda, la procedura di marcatura CE è stata condotta nel rispetto dei requisiti essenziali contemplati nella Direttiva Europea 93/42/CE e nelle norme tecniche di prodotto.

Dato l’elevato numero di norme tecniche applicabili ai Dispositivi Medici Spencer, vengono qui riportate solo le norme di riferimento di carattere generale:

  • UNI CEI EN ISO 14971: Applicazione della gestione dei rischi a dispositivi medici;
  • UNI EN 980: Simboli grafici utilizzati per l’etichettatura dei dispositivi medici;
  • UNI 10893: Istruzioni per l’uso – Articolazione e ordine espositivo del contenuto;
  • MEDDEV 2.12-1: Guidelines on a Medical Devices Vigilance System;
  • NB-MED/2.5.1/REC5: Technical Documentation (Medical Devices);
  • MEDDEV 2.7.1: Evaluation of clinical data;
  • EK-MED 920/03: Conformità assessment. Auditing of Subcontractors. Certification of OEM Devices;

Tutte le certificazioni di sistema e di prodotto sono rilasciate da TÜV SÜD Product Service GMBH.

  • CERTIFICATO CE (N° G1 10 07 33230 017): Ventilatori polmonari per emergenza sanitaria, resuscitatori, pulsiossimetri, aspiratori, sistemi per la distribuzione di gas medicali per impianti per ambulanza, sistemi per il riscaldamento di soluzioni per infusione;
  • CERTIFICATO CE (N° G2 08 05 33230 013): Dispositivi medici per terapie termiche: ghiaccio istantaneo, caldo istantaneo, ghiaccio spray;
  • CERTIFICATO CE (N° G2M 08 05 33230 014): Sfigmomanometri aneroidi, Sfigmomanometri al mercurio.

Prodotti principali

Barella Spencer Cross300px-Spencercross

Spencer Cross è un prodotto utilizzabile ergonomicamente, anche in condizioni di disagio fisico o ambientale, e psicologicamente con successo anche in situazioni di massima intensità operativa. Il segreto della Cross risiede nella concezione Space Frame che, mediante la saldatura di speciali tubolari in acciaio inox e alluminio, permette la realizzazione di una struttura realmente innovativa, non solo nelle forme e nella funzionalità, ma anche e soprattutto nei contenuti tecnologici intrinseci e nella ricerca di spazi abitualmente non utilizzati. La linea di questa barella una linea esteticamente armoniosa e discreta. La possibilità di disporre di una vasta scelta di colori accresce infine le possibilità di abbinamento, a cui possono aggiungersi esecuzioni speciali in presenza di quantità adeguate.

  • Altezze variabili: Questo meccanismo consente di adattare la barella alle esigenze dell’intervento. Nel caso di pazienti deambulanti o anziani, per agevolarne la salita o la discesa, è sufficiente sistemare la Cross in posizione inclinata. Nel caso di traslazione del paziente vi è la possibilità di regolare la barella ad altezza intermedia modificando anche l’inclinazione delle gambe posteriori, evitando agli operatori sanitari sovraccarichi muscolari nel passaggio dal letto alla barella e viceversa;
  • Altezze di carico: La variazione dell’altezza del carrello in relazione ai diversi piani di carico dell’ambulanza è resa possibile grazie a un carrello di carico con sei diverse altezze, posizionabili con estrema facilità senza intervento di tecnici specializzati e a un sistema brevettato di pattini a geometria variabile che garantisce sia un angolo di scivolamento ottimale durante il carico sia il mantenimento in bolla della barella una volta posta sull’ambulanza

La Cross si adatta a tutti i piani di carico, consentendo di essere utilizzata su tutti i mezzi presenti in autoparco;

  • Patient Zone: Questo meccanismo consente di adattare la barella alle esigenze dell’intervento. Nel caso di pazienti deambulanti o anziani, per agevolarne la salita o la discesa, è sufficiente sistemare la Cross in posizione inclinata. Nel caso di traslazione del paziente vi è la possibilità di regolare la barella ad altezza intermedia modificando anche l’inclinazione delle gambe posteriori, evitando agli operatori sanitari sovraccarichi muscolari nel passaggio dal letto alla barella e viceversa;
  • Accorciamento: Nelle zone dove l’assistenza al paziente diventa critica, sia in termini terapeutici che di trasferimento, il telaio è stato modellato per consentire interventi più confortevoli ed efficaci;
  • Salvaschiena: Le ruote, ogni volta che si colloca la barella in ambulanza o a terra, grazie a un elementare cinematismo, si alloggiano in uno spazio opportunamente ricavato sotto il telaio: un altro sistema salvaschiena;
  • Stabilità: Un’eccellente distribuzione del peso, garantita da una geometria evoluta e dallo chassis saldato, conferisce alla Cross stabilità assoluta.

Il carattere dinamico e professionale della nuova Cross viene completato da optional quali i portaflebo a scomparsa, il freno di stazionamento e il superprotetto portabombola. Tutto in una barella pensata per chi vuole tutto.

Sedia portantina Spencer Eva

Eva è una poltroncina destinata al trasferimento di pazienti nel soccorso, nel trasporto e nell’evacuazione che 300px-Spencerevapresenta molte novità. Negli ultimi anni, infatti, si sono affermati nuovi modelli di comportamento sociale e nuovi protocolli operativi riguardanti professionisti e operatori occasionali. I codici estetici utilizzati da questi nuovi protagonisti rimandano a una visione della realtà più dinamica, coraggiosa e anticonformista. I nostri progettisti hanno trasferito questa concezione all’interno di un contesto operativo profondamente rinnovato. La ricerca si è concentrata sui materiali metallici e plastici più innovativi che, destinati a impieghi nelle condizioni più estreme e sottoposti a un uso intensivo, garantiscano sempre standard di assoluto valore. Volevamo un prodotto che esprimesse trasparenza, leggerezza, dinamicità, resistenza, valori di riferimento di un oggetto ad altissimo contenuto tecnologico e di elevato livello qualitativo. Eva è il risultato di questa ricerca: è un progetto integrale che unifica concettualmente processo di costruzione del prodotto e dimensione formale. Le parti strutturali e i meccanismi sono realizzati con materiali metallici già sperimentati in altri settori e differenziati in funzione dei diversi componenti. La texture dei materiali è un’importante caratteristica del progetto, che ha componenti meccaniche riconoscibili e di forte identità. Le ruote anteriori piroettanti si posizionano automaticamente e, bloccandosi, permettono al paziente di sedersi senza intralci. Questo sistema garantisce inoltre la totale silenziosità delle sedia. Il freno centralizzato, azionabile con una sola mano, blocca e sblocca le ruote posteriori da 200 mm di diametro. I braccioli sono rivestiti in poliuretano espanso autopellicolante. La seduta e lo schienale sono realizzati in Spentex® saldato a ultrasuoni con imbottitura graduata, che migliora il comfort e la stabilità del paziente. Il poggiatesta ergonomico a geometria variabile consente una efficace immobilizzazione del capo del paziente durante il trasporto, anche su scale. I pretensionatori attivi, dotati di cingoli in gomma telata, garantiscono la migliore tensione di frenata su ogni tipologia di superficie.

Caratteristiche tecniche

  • Altezza con maniglione aperto: 1365 mm;
  • Altezza chiusa: 945 mm;
  • Larghezza 500 mm;
  • Larghezza chiusa inclusi braccioli: 255 mm;
  • Larghezza chiusa senza braccioli: 210 mm;
  • Lunghezza: 920 mm;
  • Peso: 16,7 kg;
  • Portata: 170 kg.

Fonti

http://www.spencer.it

I commenti sono chiusi.