Sono arrivate le prime automediche NUE112, il debutto in Lombardia con Papa Francesco è stato un successo

Sono arrivate le prime automediche NUE112, il debutto in Lombardia con Papa Francesco è stato un successo

Per la prima volta le automediche AREU hanno sfoggiato il logo del NUE112 sulla livrea ufficiale. Passerella il 25 marzo, durante l’adunata lombarda per Papa Francesco. Scopriamo un po’ di più su queste Subaru Forester, un esempio di come i SUV siano ottimali per i servizi di Emergenza-Urgenza

MILANO – La visita di Papa Francesco a Milano non è servita solo per mettere alla prova AREU con un imponente servizio di sicurezza e maxi-emergenza, dove quattro PMA, 8 ambulanze e 100 squadre sono state dislocate in servizio lungo il percorso del Pontefice.

La Subaru Forester VI serie fotografata durante la visita di Papa Francesco a Milano. Guarda su Fiammeblu

Ad ogni tappa del Papa è stata sempre presente una delle nuovissime 10 automediche Subaru Forester allestite da pochi giorni per la Regione Lombardia. Si tratta di mezzi innovativi nel panorama delle automediche italiane, perché migliorano ancora il filone dei mezzi d’emergenza deputati al trasporto di medico o infermiere, uniformando una flotta davvero importante e garantendo sempre la massima capacità operativa nel complesso scenario operativo della Lombardia, dove bisogna coniugare mezzi in grado di affrontare piccolissime carraie di montagna, strade metropolitane e spiagge lacustri di sabbia o sassi.
La sfida di allestire nuovi mezzi è sempre interessante e la Bertazzoni – che ha allestito questo nuovo veicolo – in accordo con AREU ha sviluppato alcune interessanti novità, a partire dalla barra dei lampeggianti, un’inedita anteprima per l’Italia. Si tratta di un sistema luminoso con barra modulare AXIOS completa di sistema multiluce ambra posteriore, modello Safety Director. E’ incluso un faro di ricerca brandeggiante elettricamente a tetto. La sirena bitonale è la Federal Signal Vama AS320 da 100W.

La barra è modulare non solo dal punto di vista software, ma anche da quello hardware. Questo significa che la sostituzione dei lampeggianti e della loro disposizione avviene in maniera molto rapida e senza dover intervenire in modo invasivo (e lungo) sull’intera barra lampeggiante. L’obiettivo primario di AREU infatti è stato quello di migliorare dei mezzi già ottimi (AREU usa abitualmente le Forester nella sua flotta) dal punto di vista dei cosiddetti “tempi di recupero operativo”. Inoltre queste barre hanno una pulsantiera che fa vedere all’interno del mezzo quali lampeggianti stanno funzionando e in che modalità, un vantaggio non da poco rispetto ai tastierini numerici o ai pannelli senza led integrati. Le barre hanno poi un profilo davvero compatto e non alzano troppo la luce del veicolo, che è dotato di interessanti novità anche all’interno.

  • 17358948_853938478078918_787552508864725364_o
  • 17358777_853937864745646_4452067180312715075_o
  • 17349692_853938028078963_7324856481884105339_o
  • 17311263_853938371412262_6244322664069928910_o
  • 17310182_853937618079004_1319543788774330373_o
  • 17311228_853938254745607_6247601794250539749_o
  • 17310059_853938221412277_2779347386853587764_o
  • 17310155_853937488079017_2381972232860209297_o
  • 17240326_853937604745672_2899985329994326295_o
  • 17240582_853937391412360_5147207432214003725_o
  • 17218452_853938501412249_8791010180745407334_o
  • 17212221_853937278079038_5016341714113456161_o
  • 17240326_853937604745672_2899985329994326295_o (1)
  • 17218591_853938558078910_8242290109592309154_o
  • 17350053_853945961411503_4578869913071121786_o

Prima di tutto va segnalata la presenza di un doppio frigorifero, una costante nei mezzi AREU. La particolarità di questo allestimento è nel fatto che il frigorifero secondario è a compressore, leggermente più pesante ma molto più affidabile nella garanzia di un delta di temperatura accettabile per il trasporto organi e sangue.

Infine c’è una finezza tecnologica che rende queste Subaru uniche, ovvero il dispositivo di emergenza per il portellone posteriore. Le macchine di ultima generazione infatti sono tutte dotate di serrature elettroazionate, che in caso di incidente possono trovarsi nell’impossibilità di essere aperte dall’esterno. Con una modifica basilare ma davvero ben curata, le Subaru allestite da Bertazzoni garantiscono ai soccorritori di poter accedere al vano posteriore anche in queste situazioni: la griglia di separazione dei vani, a tenuta 10G, è progettata per poter essere smontata manualmente dagli operatori in caso di necessità. E – appunto – il portellone può essere aperto dall’interno in caso di tamponamento o incidente che blocchi la serratura per accedere ai dispositivi medicali in qualunque condizione.

In queste gallery firmate Bertazzoni Veicoli Speciali e Fiammeblu, è possibile però godersi la bellezza di questi mezzi, che operano già come automediche e autoinfermieristiche in tutta la Lombardia, da Lecco a Mantova.

GUARDA LA GALLERY COMPLETA

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BANNER_GUIDASICURA_AMBULANZA

X