Costa Concordia, si parte domani. Ecco il Timelapse

Costa Concordia, si parte domani. Ecco il Timelapse

Mancano 24 ore alla possibile partenza della Costa Concordia. Il relitto della nave dovrà aspettare ancora un giorno prima di intraprendere il suo ultimo viaggio. Il vento e le onde hanno rallentato le operazioni di abbassamento dei cassoni del lato di dritta e quindi la nave non ha ancora raggiunto il livello di “emersione target” e il giusto assetto per il trasporto a Genova. La partenza del relitto è quindi posticipata a mercoledì 23 luglio.

È stata fatta una valutazione precauzionale condivisa da tutti gli attori coinvolti nel progetto di rimozione della nave – Commissario delegato, Armatore, Consorzio, Sindaco e Osservatorio di monitoraggio – che garantisce il tempo necessario per programmare il sistema dei trasporti e le attività quotidiane dell’isola. La motivazione è principalmente di carattere tecnico, ha spiegato alla stampa il Commissario delegato per l’emergenza Franco Gabrielli. Probabilmente gli ultimi interventi sul relitto si sarebbero conclusi in tempo utile per partire nella giornata di domani, ma un eventuale ritardo nella conclusione dei lavori, e un posticipo all’ultimo minuto della partenza, avrebbero potuto avere conseguenze sulla vita e le varie attività dell’isola.

Franco Porcellacchia, responsabile del progetto tecnico di rimozione, ha comunque garantito che le operazioni sono in fase finale. Siamo prossimi all’emersione del ponte 3, l’ultimo ad emergere completamente. La nave ha un pescaggio di meno di 20 metri: ne restano quindi 2 e mezzo per raggiungere il pescaggio finale di 17, 5 metri. Deve essere completato l’abbassamento degli ultimi due cassoni e poi, con lo svuotamento dell’ultima parte di zavorra, la nave avrà raggiunto l’assetto per la navigazione. Dovranno infine essere sistemate le bitte sul ponte 4 che serviranno per il traino della nave da poppa e l’ormeggio una volta che la Concordia sarà arrivata nel porto di Genova.

Ultimo step prima della partenza della nave, è il rilascio delle certificazioni di Rina, Registro italiano navale. Dopo il parere favorevole di Rina sulle condizioni tecniche del relitto, la Guardia Costiera potrà dare le autorizzazioni necessarie ad iniziare il viaggio verso Genova.

Le operazioni inizieranno alle 8.30 di mercoledì mattina e dovrebbero durare dalle 4 alle 6 ore. Per questo la circolazione al porto sarà interdetta dalle 8.30 – garantendo la partenza del primo traghetto verso Porto Santo Stefano – e durerà fino alle 16. Anche la balneazione nelle spiagge della zona del porto sarà vietata durante le operazioni.

Nel suo viaggio verso il porto di Genova Prà la Concordia sarà accompagnata da 14 mezzi tecnici, a cui si affiancheranno una nave multi funzione, la Diciotti, e due motovedette della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera. Il convoglio sarà anche costantemente seguito dal velivolo ATR 42, mezzo dotato di sistemi di telerilevamento utilizzato dalla Capitaneria di Porto per individuare eventuali fuoriuscite di sostanze inquinanti. La nave Diciotti – dotata di quattro battelli veloci – avrà la funzione di controllare che eventuali imbarcazioni non navighino a meno di 3 miglia nautiche dal convoglio, limite massimo di avvicinamento alla Concordia prescritto dalla Capitaneria di Porto di Livorno. L’imbarcazione contribuirà anche al controllo sull’ambiente, grazie a strumentazioni in grado di rilevare inquinamento in mare.

L’arrivo al porto di Genova è previsto per domenica, dopo quattro giorni di navigazione. Le condizioni meteomarine previste durante il trasferimento sono favorevoli, anche se va considerato il margine di incertezza della previsione a lungo termine.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X