Lampedusa: l’emergenza immigrazione continua

Lampedusa: l’emergenza immigrazione continua

Non si arresta il flusso di immigrati clandestini che tenta di raggiungere il territorio italiano traversando il mar Mediterraneo. L’arrivo di centinaia e centinaia di uomini, donne e bambini (anche neonati) su imbarcazioni al limite del galleggiamento impegna gli uomini della Guardia Costiera e della Marina Militare in una febbrile ricerca di natanti e gommoni nel Canale di Scilia. Sull’isola di Lampedusa, invece, il centro di accoglienza vive una nuova fase di emergenza, con strutture al collasso e volontari e uomini delle forze dell’ordine impegnati 24 ore su 24 a somministrare generi di conforto e prime cure mediche. Spesso in situazioni di forte disagio deteminato dal sovraffollamento. La struttura, infatti, a fronte di una capienza di 350 persone, ospita “ondate” superiori alle 1.000 unità, nonostante i trasferimenti dei migranti verso altri centri sulla terraferma siano quotidiani: “I contrinui arrivi di migranti – spiega il sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini – ci impediscono di svuotare il centro d’accoglienza. In questi giorni abbiamo una presenza media giornaliera di 800 persone all’interno della struttura, un numero troppo elevato che rende il centro invivibile”. E le previsioni per i prossimi giorni non lasciano adito a speranze: già localizzati altri barconi in arrivo, con centinaia di migranti stipati all’interno, mentre le condizioni di mare calmo incentiveranno le partenze dalle coste libiche, per un flusso che non accenna a subire rallentamenti.

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X