Civil Protect, record di visite per la fiera di Bolzano

Civil Protect, record di visite per la fiera di Bolzano

Con oltre 10.000 visitatori Civil Protect si attesta come piattaforma di scambio di know-how per tutti gli operatori, le aziende e le istituzioni e le associazioni di volontariato che operano nel mondo della protezione civile, antincendio ed emergenza.  Civil Protect è un’opportunità per rafforzare la cooperazione e la sinergia tra quanti operano nel comparto emergenza e per le istituzioni di mostrare i propri servizi e il proprio impegno al pubblico interessato.

Bolzano, 29 febbraio 2016 – „Con quest’edizione di Civil Protect ci dichiariamo più che soddisfatti. Sempre più numerose sono le aziende da Austria e Germania che sfruttano questa fiera specializzata per entrare nel mercato italiano e con questo confermano il ruolo preponderante dell’Alto Adige come piattaforma d’incontro tra il mondo di lingua tedesca e quello italiano”, dichiara Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano. “Civil Protect è stata una tre giorni intensa e ha ospitato tutti i leader mondiali per la protezione antincendio”, conclude Mur.

Il congresso di Civil Protect, con 110 partecipanti, ha affrontato il tema della resilienza nella maniera più completa possibile attraverso quattro approcci diversi. Il primo modulo del congresso ha approfondito il concetto di resilienza, in particolare con Scira Menoni del Politecnico di Milano. Il secondo modulo è stato un concentrato su quelli che possono essere i legami tra i vari attori e soggetti che a vario titoli hanno a che fare con il tema della resilienza e per chi si occupa di questo argomento tutti i giorni. I relatori hanno affrontato sotto vari punti di vista gli aspetti legati alle assicurazioni, alla responsabilità legale e al ruolo di gestione di infrastrutture critiche e alla percezione del rischio da parte della comunità. Wanda Wicki del dipartimento del Dipartimento federale svizzero per l’ambiente, mobilità, energia e comunicazione – Ufficio per l’ambiente BAFU, in particolare ha analizzato l’aspetto della resilienza nei confronti dei rischi naturali, sottolineando la necessità di un cambio di approccio, per non concentrarsi solamente sulla gestione dei pericoli, ma di sviluppare parallelamente una cultura del rischio vista l’impossibilità di una protezione totale sull’intero territorio.  Il terzo modulo ha avuto come focus le soluzioni più pratiche e le esperienze del volontariato e delle istituzioni. In particolare si è parlato del ruolo del cittadino per renderlo parte attivo nella comunità resiliente, in questo senso sono stati interessanti i contributi delle associazioni di soccorso, la croce bianca e rossa e quello del dipartimento della protezione civile nazionale, che ha illustrato l’iniziativa “Io non rischio”, che da alcuni anni rappresenta un impegno strategico per il sistema nazionale della protezione civile. In un’ottica di rispero internazionale Christoph Flury del Dipartimento federale svizzero per la difesa, protezione civile e sport – ufficio federale per la protezione civile invece ha fornito il punto di vista del cittadino per quanto riguarda l’esperienza in Svizzera nella partecipazione attiva della popolazione.

Nella quarta sessione è stato affrontato il tema della qualità e dell’innovazione nella gestione delle emergenze. I relatori intervenuti hanno illustrato vari progetti ed esperienze orientate ad una sempre maggiore gestione dei rischi, in particolare Cristiano Cozzi del Comune di Milano ha portato la recente esperienza in occasione dell’esperienza di Expo 2015 e del ruolo delle tecnologie applicate alla sicurezza.

Anche le aspettative delle aziende sono state più che soddisfatte come testimoniano le dichiarazioni di alcune di loro:

Aldo Ferrazzi, Responsabile marketing Reverse Srl afferma: “Partecipiamo a Civil Protect fin dalla prima edizione e quest’anno è cresciuta in confronto alle edizioni precedenti. Anche noi abbiamo contribuito invitando tutti i nostri clienti a venire in fiera. Fiere come Civil Protect sono ottime occasioni per incontrare clienti già esistenti quindi consolidare un rapporto senza disperdere energie. Abbiamo stretto anche nuovi contatti.”

Annemarie Kofler della Kofler Fahrzeugbau ha detto: „Come sempre partecipiamo a Civil Protect perché è una piattaforma interessante per la protezione civile e l’antincendio e per confrontare l’offerta presente. Sul mercato italiano questa fiera si presenta con una qualità molto alta.“

Anche Christian Reisl, Direttore Commerciale di Magirus Lohr (Austria) dichiara: „Le nostre aspettative per questa fiera sono state più che soddisfatte: abbiamo avuto una bella frequenza di visitatori sul nostro stand e molti contatti di alta qualità per i prossimi mesi ed anni. La fiera è stata molto positiva e sicuramente saremo presenti anche alla prossima edizione.“

Tutte le informazioni sulla fiera: www.civilprotect.it

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X