SWASFT England, aumento "preoccupante" delle aggressioni dei pazienti al personale delle ambulanze

Il fenomeno delle aggressioni ai soccorritori e al personale sanitario delle ambulanze non è peculiare dell’Italia, ma si inserisce in un quadro mondiale. Recentemente si sono registrate denunce di istituzioni sia in Sud America che in alcuni paesi europei come la Gran Bretagna.

In Inghilterra il South Western Ambulance Service NHS Foundation Trust (SWASFT) si occupa del trasporto di pazienti in ambulanza per tutta la regione sud-ovest, ed è un organismo di grande rilievo.

Il South Western Ambulance Service NHS Foundation Trust (SWASFT) si dichiara preoccupato per il continuo aumento di aggressioni contro il suo personale.

Aggressioni al personale sanitario e ai soccorritori delle ambulanze, la nota di South Western Ambulance Service NHS Foundation Trust (SWASFT)

“Il personale – recita la nota – ha subito 50 casi di violenza e aggressione da parte di pazienti e altri membri del pubblico tra la vigilia di Natale e Capodanno, comprese 16 aggressioni fisiche.

Questo rappresenta un aumento dell’85% negli incidenti complessivi e il doppio del numero di aggressioni durante il periodo di nove giorni, rispetto all’anno precedente.

Il giorno di Natale un equipaggio ha risposto a un paziente che teneva un coltello da cucina.

Poi la sua auto si è scontrata con la loro ambulanza mentre cercava di lasciare la scena.

Un altro equipaggio che rispondeva a un incidente è stato minacciato con una mazza da baseball da un automobilista.

Un paramedico donna è stato anche aggredito mentre assisteva a un incidente.

Il paramedico Mike Jones è stato nominato responsabile della riduzione della violenza di SWASFT a novembre come parte del suo lavoro continuo per proteggere il personale.

Ha recentemente dichiarato: “Siamo delusi da questo aumento di violenza e aggressione verso i nostri colleghi durante l’intenso periodo di Natale e Capodanno.

“Questi incidenti hanno incluso i nostri colleghi della sala di controllo che sono stati verbalmente maltrattati, e il nostro personale di ambulanza che è stato minacciato, preso a calci, spinto, preso a pugni, sputato e sottoposto ad altri comportamenti inappropriati.

“È inaccettabile abusare e aggredire il nostro personale, e deve finire.

“Continuiamo a lavorare con i nostri colleghi della polizia per garantire che tutti i colpevoli siano assicurati alla giustizia e che la nostra gente possa lavorare senza essere minacciata o aggredita”.

La voce dei paramedici in tema di aggressioni sulle ambulanze

I paramedici Stuart Brookes e James Hubbart sono stati verbalmente abusati e sputati da un paziente che sosteneva di avere il coronavirus (Covid-19) durante un incidente a Bristol in novembre.

Il colpevole è stato condannato a un totale di 40 settimane di prigione.

Il personale delle ambulanze ha segnalato un totale di 1.584 incidenti di violenza e aggressione durante il 2020, in aumento del 64% rispetto al 2019.

Anche tre soccorritori di ambulanze e un agente di polizia sono stati aggrediti da una paziente mentre intervenivano su un incidente a Chippenham, nel Wiltshire, sabato 9 gennaio.

Una donna è stata perseguita il 13 gennaio dopo aver preso a pugni nello stomaco un paramedico durante un incidente a Westbury, Wiltshire nel maggio 2020.

Vita in autoambulanza, la preoccupazione del portavoce SWASFT

Un portavoce di SWASFT ha detto: “Purtroppo il nostro personale sperimenta la violenza e l’aggressione ogni giorno mentre cerca di proteggere e salvare la vita delle persone.

“Questo è inaccettabile e può avere gravi conseguenze su di loro, sulle loro famiglie e sui colleghi.

Può anche ritardare o addirittura impedirci di curare coloro che hanno davvero bisogno delle nostre cure.

“Siamo pienamente impegnati a sostenere la salute, il benessere e la sicurezza della nostra gente.

Questo significa che offriamo supporto immediato a chiunque sperimenti violenza e aggressione in servizio.

Significa anche che prendiamo qualsiasi azione necessaria per evitare che si facciano male e mantenerli al sicuro.

“Per favore, rispettate la nostra gente e aiutatela ad aiutarvi”.

La campagna #Unacceptable, lanciata nel 2018, mira a mettere in evidenza gli abusi e le aggressioni affrontati dai lavoratori dei servizi di emergenza mentre sono al lavoro”.

Per approfondire:

Read The English Article

EMT in UK: in cosa consiste il lavoro di soccorritore nel Regno Unito?

Ambulanza e rete di soccorso UK: come funziona il sistema di emergenza NHS?

Nuova aggressione ad un soccorritore: è successo ad autista soccorritore del Saut 118 di Avellino

Aggressioni ai soccorritori: alle Vele di Scampia calci e pugni all’ambulanza, percosse e insulti ai soccorritori

Ambulanza della Croce Rossa di Rivoli inseguita e bloccata: indagati i due torinesi responsabili

Fonte dell’articolo:

Sito ufficiale South Western Ambulance Service NHS Foundation Trust (SWASFT)

I commenti sono chiusi.