Ricerca e Soccorso, Aeronautica e Cnsas in operazione congiunta: salvata donna nella Riserva dello Zingaro

Ricerca e soccorso: una donna è stata colta da malore in un’area particolarmente ostica, la Riserva dello Zingaro, un parco di notevole bellezza nel cuore della Sicilia. Il punto non era raggiungibile da ambulanza o automedica, né da spedizioni a piedi con barella, spinale o di altro tipo.

 

RICERCA E SOCCORSO, UN’OPERAZIONE CON VERRICELLO E AEROSOCCORRITORI

La missione search and rescue  è stata effettuata con elicottero HH139A in cooperazione con una squadra del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, il CNSAS.

Alle ore 15:40 di ieri, mercoledì 5 agosto, un equipaggio dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search And Rescue) dell’Aeronautica Militare di Trapani, è decollato per una missione di soccorso con elicottero HH139A per recuperare una donna colta da malore presso la Riserva Naturale dello Zingaro (TP).

L’equipaggio si è dapprima diretto presso il campo sportivo di Castellammare del Golfo (TP) per imbarcare una squadra operativa di 2 unità del C.N.S.A.S. (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) e trasportarla presso la zona di Cala della Disa, all’interno della Riserva Naturale.

Giunto nella zona di intervento alle 16:00, l’equipaggio ha immediatamente calato al suolo con il verricello l’aerosoccorritore ed il team del C.N.S.A.S. che si sono rapidamente diretti verso il punto di recupero, inaccessibile da parte di ambulanze o altri mezzi di soccorso.

Il personale ha messo in sicurezza nella barella la signora, impossibilitata a muoversi, predisponendola per il recupero.

L’equipaggio dell’HH139A ha quindi eseguito l’estrazione della paziente tramite verricello e, successivamente, di tutto il team a terra, lasciando la zona di operazioni alle 16:30.

UN’OPERAZIONE DI RICERCA E SOCCORSO DA MANUALE: DIECI MINUTI DOPO LA DONNA ERA AL SICURO

Dieci minuti dopo, l’elicottero atterrava nel campo da calcio di Castellammare del Golfo, dove veniva fatto sbarcare il team del C.N.S.A.S. assieme alla donna soccorsa, che è stata affidata alle cure mediche delle autorità ospedaliere locali del 118.

L’elicottero ha successivamente fatto rientro alla base militare di Trapani Birgi, dove è atterrato alle ore 17:00. Il vettore e l’equipaggio hanno ripreso il normale servizio di prontezza SAR nazionale in attesa di un potenziale successivo ordine di missione.

L’intervento è stato avviato su richiesta del C.N.S.A.S. e coordinato dalla Sala Operativa del Rescue Coordination Center (RCC) del Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE), che ha attivato l’equipaggio in prontezza d’allarme H24 dell’82° Centro C.S.A.R.

PER APPROFONDIRE:

UN ANNO FA UNA “PROFETICA” ESERCITAZIONE NELLO STESSO PARCO

INCENDI BOSCHIVI, L’AERONAUTICA MILITARE SPEGNE I ROGHI IN SICILIA

FONTE DELL’ARTICOLO:

SITO UFFICIALE MARINA MILITARE ITALIANA

I commenti sono chiusi.