Aggredì autista soccorritore 118 a Porto Cervo: identificato il responsabile, un 28enne di Roma

Violenza su autista soccorritore del 118 a Porto Cervo: l’estate del Covid non ci risparmiò tra le altre cose nemmeno l’aggressione ad un autista soccorritore del 118 della Sardegna mentre questi compiva un intervento sanitario

Un giovane necessitava di soccorso, ma per l’autore del violento pestaggio l’intervento dell’autoambulanza intralciava il suo bisogno di gozzovigliare.

Aggredì autista soccorritore 118, identificato un 28enne di Roma

L’autista soccorritore,  il 50enne di Arzachena Pietro Paolo Cossu, che stava prestando soccorso per conto dell’associazione Agosto 89, riportò una frattura del setto nasale.

I Carabinieri di Porto Cervo non hanno “mollato”, e anzi, di concerto con la procura di Tempio Pausania hanno dato vita ad una articolata indagine che ha condotto all’identificazione del colpevole.

Si tratta di un 28enne di Roma già noto alle forze dell’ordine per una vicinanza all’ambiente criminale capitolino.

E’ stato denunciato per i reati di lesioni personali gravi ed interruzione di pubblico servizio.

L’uomo ha fatto di tutto, per farla franca, compreso nascondere l’auto e fuggire dalla Sardegna pochi giorni dopo il fatto, ma i militari dell’Arma non si sono dati per vinti e hanno proseguito le investigazioni.

Questa identificazione, assieme alle immagini di un video, ha consentito di scagionare un 32enne, anch’egli di Roma, che era stato inizialmente indicato come partecipante all’aggressione.

Per approfondire:

Il DDL aggressioni ai soccorritori è legge. Ma anche oggi sono stati minacciati con coltello e presi a pugni

Picchiato autista soccorritore a Porto Cervo: identificati gli aggressori

Fonte dell’articolo:

L’Unione Sarda

I commenti sono chiusi.