COVID-19, il team del WHO inizierà l'inchiesta in Cina il 14 gennaio

Gli esperti del WHO (l’Organizzazione Mondiale della Sanità) arriveranno in Cina il 14 gennaio, per aprire, con quasi un anno di ritardo, l’inchiesta internazionale sulle origini di COVID-19. Ad annunciarlo la Commissione sanitaria cinese

I rapporti di amore e odio tra WHO e Cina

Su COVID-19 l’atteggiamento del governo di Pechino è stato ambivalente, e ha alternato luci ed ombre: da un lato ha aderito convintamente al programma COVAX della stessa WHO per la fornitura di vaccino anti Covid a paesi poveri e garantito dosi a prezzi accessibili a paesi di scarse possibilità economiche, dall’altro si è energicamente impegnato a procrastinare la nascita di questa inchiesta.

La conflittualità innestata dall’ormai ex presidente USA Trump ha avuto ruolo, in questo muro contro muro che, de facto, ha danneggiato il mondo intero.

L’ultimo rinvio, la settimana scorsa, aveva strappato un moto di delusione da parte del normalmente compassato direttore WHO Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Le autorità cinesi avevano minizzato, parlando di semplice incomprensione.

Nella realtà, la comprensione è totale: il punto dirimente per l’avvio dei lavori della commissione d’inchiesta è la composizione del team, che il governo cinese ha eccepito in numerose occasioni.

I motivi scientifici per i quali è importante l’inchiesta WHO in Cina

Il tema cardine dei lavori della commissione, in realtà, non sarebbero politici o di distribuzione di colpe (casomai lo sono diventati per le campagne politico-mediatiche degli scorsi mesi): il fine ultimo è di natura epidemiologica, quindi di comprensione da un lato delle modalità con le quali Covid si sia diffuso, e dall’altro di modificazioni di struttura del virus man mano che questa diffusione avveniva.

Stabilire quale sia il ceppo originario è fondamentale per dipingere l’ “albero genealogico” di COVID-19: sebbene ciò sia stato svolto dalle autorità sanitarie cinesi, è molto importante che a certificare sia un organismo terzo e, per sua definizione, internazionale. Cioè il WHO.

Per approfondire:

COVID-19, “76 giorni”: il film che racconta l’orrore e l’eroismo di Wuhan / VIDEO

Brasile, vaccino della cinese Sinovac per lo stato di San Paolo: si parte a fine mese

Il vaccino per COVID-19? Roba da ricchi. I paesi ad alto reddito si sono già accaparrati 8,8 miliardi di dosi di COVAX

I commenti sono chiusi.