Il verdetto dell’Onu: la cannabis è una pianta medicinale

Cannabis pianta medicinale: le Nazioni Unite questa mattina hanno riconosciuto ufficialmente le proprietà medicinali della cannabis in un voto espresso a Vienna dagli Stati Membri nel corso della Commissione droghe delle Nazioni unite (Cnd), l’organo esecutivo per la politica sulle droghe.

Come si legge in una nota diffusa dall’Associazione Luca Coscioni, in agenda c’era il voto su sei raccomandazioni che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), ha adottato qualche anno fa e che volevano ricollocare la cannabis all’interno delle quattro tabelle che dal 1961 classificano piante e derivati psicoattivi a seconda della loro pericolosità.

Questo cambiamento faciliterà la ricerca scientifica sulla la cannabis, nota per i benefici nella cura del Morbo di Parkinson, della sclerosi, dell’epilessia, del dolore cronico e del cancro.

CANNABIS PIANTA MEDICINALE: L’UNGHERIA È L’UNICA CONTRARIA IN EUROPA

La cannabis viene quindi tolta dalla tabella 4, quelle delle sostanze ritenute più pericolose in virtù dei suoi impieghi terapeutici.

Da notare che l’Ungheria ha votato contrariamente alla posizione comune dell’Ue.

PER APPROFONDIRE:

Tutto sul dolore cronico: definizione, prevenzione, trattamento

L’approccio culturale dell’infermiere in tema di dolore: dalla rivista FNOPI una pubblicazione di notevole rilevanza

Medicinali contenenti oppioidi: AIFA chiede venga aggiunta la nota “può dare dipendenza” sulle etichette

FONTE DELL’ARTICOLO:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.