Coronavirus, in Puglia positivo un bimbo di 4 mesi: “è già in isolamento”

Coronavirus in Puglia. “Il caso del bambino di 4 mesi riportato da alcuni organi di stampa e’ relativo all’esito di un tampone effettuato a carico di un nucleo familiare gia’ in isolamento domiciliare, in quanto entrato in contatto stretto con un caso positivo Covid”.

 

CORONAVIRUS COLPISCE BIMBO DI 4 MESI, LA RISPOSTA DELLA REGIONE PUGLIA

Cosi’ Vito Montanaro, direttore del dipartimento Politiche per la salute della Regione Puglia.

Attualmente il bambino “non presenta sintomi di rilievo e i suoi genitori sono risultati negativi al test“.

“Il nucleo familiare – spiega Montanaro – puo’ contare sul supporto della Asl che segue l’evolversi della situazione continuando il lavoro di sorveglianza sanitaria”.

E la stessa attenzione da parte dei dipartimenti di prevenzione “e’ costante su tutto il territorio regionale sia per quanto riguarda la sorveglianza attiva sia – conclude il direttore del dipartimento Politiche per la salute della Regione Puglia – per l’attivita’ di tracciamento dei contatti stretti per evitare il propagarsi dell’infezione”.

Il mondo della Pediatria è da molti mesi sul “chi va là”, rispetto al grado di coinvolgimento dei neonati e dei bambini piccoli rispetto al COVID-19.

Patologie correlate al coronavirus, come quella che inizialmente fu battezzata come Kawacovid, e oggi è definita come sindrome multisistemica infiammatoria, sono attentamente monitorate nello sforzo di prevenire nefaste conseguenze sui nostri bambini.

PER APPROFONDIRE:

PEDIATRIA. ECCO COS’E’ LA SINDROME MULTISISTEMICA INFIAMMATORIA ASSOCIATA AL COVID-19

FONTE DELL’ARTICOLO:

AGENZIA DIRE

I commenti sono chiusi.