COVID-19: 6 giorni dopo la riapertura, l'Università dell'Alabama ha oltre 500 casi di coronavirus

COVID-19, il giornale studentesco avverte l’amministrazione dell’Università dell’Alabama: “Non saremo i tuoi PR”

Non solo U.K., con il caso della scuola a Dundee, o Italia: anche nelle altre parti del mondo la riapertura dei luoghi di istruzione sta destando perplessità e polemiche.

Quanto sta accadendo in Alabama deve far riflettere, perché è possibile che la riapertura avvenga in modo intelligente e sicuro ma…est modus in rebus, sosteneva Orazio nelle proprie Satire.

COVID-19, ALL’UNIVERSITA’ DELL’ALABAMA 566 CASI IN 6 GIORNI

Lunedì, sei giorni dopo l’inizio delle prime lezioni presso l’Università dell’Alabama, la scuola ha conteggiato un totale di 566 casi di test positivi per il coronavirus.

Il campus ha utilizzato una combinazione di corsi frontali (quelli in aula) e ibridi (quindi in parte da PC a casa propria) durante l’anno accademico, a causa della pandemia da COVID-19.

Quando gli studenti sono tornati al campus già al primo giorno di scuola, il 19 agosto, sono cominciate a circolare foto sono circolate sui social media che mostravano gli stessi studenti dell’Università dell’Alabama che affollano l’esterno dei bar di Tuscaloosa, dove si trova il campus principale.

Il sindaco di Tuscaloosa Walt Maddox, su richiesta dell’Università dell’Alabama, ha annunciato un ordine esecutivo per la chiusura dei bar locali per due settimane con effetto lunedì.

Insomma, come accennavamo, sarà saggio affrontare le riaperture con raziocinio e senso delle cose.

PER APPROFONDIRE:

U.K.: 27 CASI DI CORONAVIRUS IN UNA SCUOLA DI DUNDEE, IN SCOZIA

MOLISE, BILANCIO POSITIVO DELLE PRIME GIORNATE DI SCREENING A PERSONALE SCOLASTICO E STUDENTI

FONTE DELL’ARTICOLO:

THE BUSINESS INSIDER

I commenti sono chiusi.