U.K., più pazienti Covid in ospedale oggi che all’inizio della pandemia

U.K., un picco di pazienti Covid che desta la preoccupazione dei rappresentanti più autorevoli del mondo dell’emergenza urgenza britannico. Già, perché l’affermazione nel titolo non arriva da un giornale sensazionalistico, ma dal professor Stephen Powis, rispettatissimo direttore medico del NHS Inghilterra.

Il professor Stephen Powis è quindi paragonabile, volendo traslare in versione italiana, il Pregliasco o il Rocca d’Oltremanica.

Gli ospedali Nightingale sono tutti mobilitati, il Sistema Sanitario Nazionale britannico si prepara al picco di contagi nel nord-ovest del paese.

Gli ospedali in Inghilterra hanno, in questo momento, più pazienti COVID-19 di quanti non ve ne fossero a marzo, e a rivelarlo è un alto funzionario del NHS. E ci attende un ulteriore incremento.

Il numero di decessi, ha sottolineato il professor Stephen Powis, salirebbe ad un livello “troppo grande da sopportare”.

U.K., RICOVERI E DECESSI COVID NEGLI OSPEDALI VICINI AL LIMITE

Il vice direttore sanitario Jonathan Van-Tam ha aggiunto che l’aumento dei ricoveri e dei decessi negli ospedali è ormai ad una soglia limite, a causa del forte aumento delle infezioni nelle ultime settimane.

In un briefing televisivo dal 10 di Downing Street, il professor Powis ha annunciato che, oltre a mobilitare la capacità supplementare dei tre ospedali da campo temporanei Nightingale, l’NHS ha anche introdotto test regolari per il personale nelle aree ad alto rischio, anche se non hanno sintomi di Covid-19.

“Mentre il tasso di infezione ha cominciato a crescere in tutto il Paese, le infezioni ospedaliere hanno cominciato ad aumentare”, ha detto il Prof. Powis.

“È chiaro che i ricoveri ospedalieri stanno aumentando più rapidamente nelle aree del Paese dove il tasso di infezione è più alto, in particolare nel Nord Ovest.

“Come ha detto il Segretario di Stato per la Salute, se non prendiamo misure per controllare la diffusione del virus, il numero dei morti sarà troppo alto da sopportare”.

Questo è il quadro in Gran Bretagna, a narrarlo le massime autorità sanitarie dell’isola.

PER APPROFONDIRE:

READ THE ENGLISH ARTICLE

AGGRESSIONI AD AMBULANZA E SOCCORRITORI: L’ALLARME NHS IN U.K.

FONTE DELL’ARTICOLO:

THE INDEPENDENT

I commenti sono chiusi.