Azerbaigian, razzo centra mezzo della Mezzaluna Rossa: muore volontario, ferite altre due. Cordoglio IFRC

Azerbaigian, tre volontari della Croce Rossa vittime di un attacco crudele ad un mezzo con aiuti umanitari.

La Società della Mezzaluna Rossa dell’Azerbaigian e la Federazione Internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC) hanno oggi condannato la morte di un volontario della Mezzaluna Rossa che prestava assistenza umanitaria nella città di Barda, in Azerbaigian.

Azerbaigian, hanno ucciso un volontario di 49 anni, padre di due bambini

Maharram Anvar Oglu Mustafayev, 49 anni, padre di due bambini, è morto ieri pomeriggio mentre forniva aiuti umanitari nel centro di Barda.

Mustafayev è stato un volontario della Società della Mezzaluna Rossa dell’Azerbaigian per sei anni ed è stato un membro dedicato e rispettato della sezione locale di Barda.

È rimasto ucciso quando la sua auto è stata colpita da un razzo.

Anche due volontarie della Mezzaluna Rossa, Hajiyeva Ulviya e Babishova Fatma, sono rimaste ferite mentre identificavano i bisogni delle persone che vivono in un rifugio temporaneo presso la scuola n. 6 di Barda, a 500 metri dalla scena.

Sono stati dimessi dall’ospedale e sono tornati in servizio. I volontari della Mezzaluna Rossa sono tra i tanti civili uccisi e feriti ieri.

Il cordoglio del dottor Novruz Aslanov, presidente della Mezzaluna Rossa dell’Azerbaigian

Il presidente della Società della Mezzaluna Rossa dell’Azerbaigian, il dottor Novruz Aslanov, ha detto di aver apprezzato i messaggi di condoglianze e di sostegno ricevuti da tutto il mondo e dalla famiglia della Croce Rossa.

“Purtroppo, il personale e i volontari della Società della Mezzaluna Rossa dell’Azerbaigian hanno compiuto l’ultimo sacrificio a costo della loro vita e della loro salute.

Come il Maharram, tutti i volontari della Società della Mezzaluna Rossa forniscono un’assistenza umanitaria vitale in prima linea e non solo.

Continueremo il nostro mandato per fornire assistenza ai molti che ne hanno disperatamente bisogno”, ha detto il dottor Aslanov.

“A nome dei membri e dei volontari della nostra Società Nazionale, inviamo le nostre condoglianze alla famiglia di Maharram. Possa riposare in pace”.

Francesco Rocca: “vittime civili innocenti, è inaccettabile”

Il presidente della Federazione Internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC) Francesco Rocca ha detto che la morte e il ferimento di civili innocenti è assolutamente inaccettabile.

“Tutte le parti hanno degli obblighi in base al diritto internazionale umanitario, tra cui l’adozione di misure per proteggere e risparmiare i civili e le infrastrutture civili come scuole, ospedali e mercati”, ha detto Francesco Rocca.

I civili, compresi gli umanitari, devono essere risparmiati”.

Siamo scioccati e sconvolti dalla morte di Mustafayev e dal ferimento di due suoi colleghi.

Le nostre più sentite condoglianze e condoglianze vanno alla sua famiglia e alla Società della Mezzaluna Rossa dell’Azerbaijan”.

Per approfondire:

Read the english article

Kurdistan, la guerra che non conosce pietà: assassinato in Siria un soccorritore della Mezzaluna Rossa

Fonte dell’articolo:

IFRC official website

I commenti sono chiusi.