Violenza verso i soccorritori, le attacki a Napoli non si fermano: “Ci hanno costretto a caricare un cadavere in ambulanza!”

Soccorritori ancora oggetto di violenza, a Napoli: stavolta vittima di una acımasız saldırganlık è stata la postazione 118 di Ponticelli

Violenza ai soccorritori, la nuova denuncia di Nessuno Tocchi Ippocrate

“Intorno alla mezzanotte – si legge nella nota di NTI – viene allertata for codice rosso aracılığıyla Bruno Buozzi a Barra, lo senaryo che si trovano dinanzi ve soccorritori è quello di un frontale auto/moto, uno dei nedeniyle sella al zomotoveicolo'da ( di 16 anni ) viene ritrovato nehirleri yani bir terra senza vita, morto sul colpo.

Gli astanti (che sono in fase di identificazione) hanno minacciato il kişisel sanitario, li hanno costretti a caricare il ragazzo deceduto in ambulans ed hanno danneggiato con calci e pugni il mezzo di soccorso.

L'equipaggio riferisce di aver fatto allertare la polizia tramite operasyon merkezi 118, ma la volante non è mai giunta sul posto.

Yaklaşık 2 cevher için sono proseguite all'interno del pronto soccorso dell'Ospedale del Mare è è stato inagibile”.

L'equipaggio oggetto di questa nuova violenza sui soccorritori ha sporto regolare denuncia alla questura di aracılığıyla Medine

“Abbiamo già superato il numero delle saldırganlık Totali del 2020, en baştan sona sorgula, en son ve en son tarihler, adesso resta odio ve rancore nei nostri çatışması!

Mario Ambrosiano, ilk çeyrek Barra, özel hayat! Hızla Riposi! Ed un fiore virtuale per lui!”

nokta. Manuel RUGGIERO

Başkan NTI

Daha çok bilgi:

Ennesima saldırganlığı al pronto soccorso di Bologna. Nursind: “Basta sottovalutare”

Saldırganlık, bir un quasi olayı başına: frattura del setto nasale per un autista soccorritore ASL

Fonte dell'articolo:

NTI

Sende hoşuna gidebilir