Danni da grandine: cosa fare e come chiedere i risarcimenti?

Le violente grandinate degli ultimi giorni e i fenomeni meteorologici intensi previsti per questa settimana stanno mettendo in allarme migliaia di persone, che temono per la sicurezza delle proprie finestre, dei tetti e – soprattutto – delle proprie auto. Cosa fare in caso di grandinata? Importante è sicuramente proteggere e tenere al coperto il proprio mezzo. Quando da cielo però piovono chicchi di ghiaccio grandi come pompelmi, come accaduto nel sud Italia nei giorni scorsi, è difficile riuscire a proteggere il proprio veicolo. E’ importante ricordarsi che – in caso di grandinata violenza – bisogna ripararsi e stare a distanza da fiumi, torrenti o pendii ripidi. Gli intensi scrosci di pioggia possono alzare rapidamente il livello del corso d’acqua oppure smuovere improvvisament il terreno con delle slavine di fango. In ambiente urbano i problemi più gravi sono legati allo smaltimento dell’acqua e all’intasamento delle fogne. Per cui bisogna evitare sottopassi, sottovia, o punti dove il veicolo può restare parzialmente o totalmente sommerso dall’acqua. Ovviamente è consigliato non recarsi in ambienti seminterrati, scantinati, piani molto bassi o garage.

Se ci si trova alla guida, anche in assenza di allagemtni bisogna ricordarsi che l’asfalto – soprattutto nei temporali estivi – viene reso improvvisamente viscido dalla pioggia. Si tratta di un insidioso pericolo per chi si trova alla guida di automezzi o motoveicoli, che riduce tanto la tenuta di strada quanto l’efficienza dell’impianto frenante. Quindi limita la velocità o effettua una sosta, in attesa che la fase più intensa, che difficilmente dura più di mezz’ora, del temporale si attenui. È sufficiente pazientare brevemente in un’area di sosta. Durante la fase più intensa di un rovescio risulta infatti fortemente ridotta la visibilità. In caso di grandine, valgono le avvertenze per la viabilità già viste per i rovesci di pioggia, riguardo alle conseguenze sullo stato scivoloso del manto stradale e sulle forti riduzioni di visibilità. La durata di una grandinata è tipicamente piuttosto breve.

 

Cosa fare in caso di danni ai propri veicoli causati dal maltempo?

L’assicurazione RC Auto ha delle clausole legate agli eventi naturali ed è la prima cosa da verificare in caso di grandinata. La garanzia è importante, soprattutto se non si ha modo di parcheggiare l’auto in un garage o in un box  Quasi tutte le compagnie assicurative offrono ai loro clienti la possibilità di inserire nella propria polizza Rc Auto gli “Eventi atmosferici Naturali”, anche se a differenza di altre garanzie lo fanno per libera scelta e non obbligo di legge. Le situazioni coperte dagli “Eventi atmosferici naturali” sono moltissime: dalla semplice grandinata al ben più serio smottamento, passando per le valanghe, alluvioni, inondazioni, trombe d’aria. Ma anche il ramo di un albero, staccatosi a causa del vento forte e abbattutosi sulla vostra auto. Niente da fare invece per tutti i danni collegati agli incendi. Questi ultimi sono inclusi in un’apposita clausula, a sua volta abbinata al furto.

Cosa viene risarcito? Verificate se nella polizza sono previste “franchigie”: se cioè parte del danno ricade sull’assicurato.E se sia previsto un “massimale assicurato”, se cioè il rimborso è limitato a una percentuale del valore effettivo del veicolo, come spiega l’avvocato Andrea Gaudino di “Assorimborsi”. “La compagnia risarcisce sia il danno parziale patito dalla vettura, sia la distruzione completa, con le modalità indicate nei contratti. Non mancano però le compagnie assicurative che offrono un particolare tipo di clausola detto “a premio fisso”, che rimborsa i danni fino a un massimale determinato in sede di stipula del contratto”, conclude l’avvocato.

La compagnia assicurativa può inoltre richiedere un documento delle forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco o Protezione Civile) che conferma l’avvenuta calamità. Come chiedere il risarcimento. La procedura è uguale a quella di un qualsiasi sinistro, ci spiega un agente di una nota compagnia assicurativa: comunicate alla vostra compagnia l’entità del danno subito, con il luogo, e l’ora. Corredate il tutto con delle fotografie e inviate a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento.

 

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X