QUI : l'aspettativa di vita in salute in Africa aumenta di quasi dieci anni

WHO analizza la situazione in Africa: secondo una valutazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), tra il 2000 e il 2019 l'aspettativa di vita in buona salute nella regione africana è aumentata in media di 10 anni per persona

L'aumento in Africa è superiore a quello registrato in qualsiasi altra regione del mondo nello stesso periodo

Le rapporto rileva inoltre che l'impatto dirompente della pandemia COVID-19 potrebbe minacciare questi enormi guadagni.

Il rapporto Tracking Universal Health Coverage in the WHO African Region 2022 mostra che l'aspettativa di vita in buona salute – ovvero il numero di anni in cui un individuo è in buone condizioni di salute – è aumentata a 56 anni nel 2019, rispetto ai 46 de 2000.

Sebbene sia ancora ben al di sotto della media global di 64 anni, nello stesso periodo l'aspettativa di vita in buona salute è aumentata di soli cinque anni.

I miglioramenti nella fornitura di servizi sanitari essenziali, i progressi nella salute riproduttiva, materna, neonatale e infantile, così come i progressi nella lotta control le malattie infettive – grazie al rapido aumento delle misure di controllo dell'HIV, della tubercolosi e della malaria a partire dal 2005 – hanno contribuito ad allungare l'aspettativa di vita sana.

Dans les médias, la copertura dei servizi sanitari essenziali è migliorata fino al 46% nel 2019, rispetto al 24% del 2000.

Je risultati plus significativi sono stati ottenuti nella prevenzione e nel trattamento delle malattie infettive, ma sono stati controbilanciati dal drammatico aumento dell'ipertensione, del diabete e di altre malattie non trasmissibili e dalla mancanza di servizi sanitari mirati a queste patologie.

Afrique, il OMS: forte incrémento dell'aspettativa di vita

"Il forte aumento dell'aspettativa di vita in buona salute registrato negli ultimi due decenni testimonia l'impegno della regione per migliorare la salute e il benessere della popolazione.

In sostance, significa che un numero maggiore di persone vive in salute e più a lungo, con meno minacce di malattie infettive e con un migliore accesso alle cure e ai servizi di prevenzione delle malattie”, ha dichiarato il dottor Matshidiso Moeti, Direttore regionale dell 'OMS pour l'Afrique.

« Ma i progressi non devono arrestarsi.

Se i Paesi non rafforzano le misure control la minaccia del cancro e di altre malattie non trasmissibili, i guadagni in termini di salute potrebbero essere messi a repentaglio ».

Anche i progressi nell'aspettativa di vita in buona salute potrebbero essere compromessi dall'impatto della pandemia COVID-19, a meno che non vengano istituiti solidi piani di recupero.

Dans les médias, i Paesi africani hanno riportato maggiori interruzioni dei servizi essenziali rispetto ad altre regioni.

Oltre il 90 % dei 36 Paesi che hanno risposto a un'indagine dell'OMS del 2021 ha riportato una o più interruzioni dei servizi sanitari essenziali, with i servizi di immunizzazione, malattie tropicali trascurate e nutrizione che hanno subito maggiori interruzioni.

Sono stati compiuti sforzi per ripristinare i servizi essenziali colpiti dalla pandemia.

Cependant, per migliorare i servizi sanitari e garantire che siano adeguati, di buona qualità e accessibili a tutti, è fondamental che i governmenti aumentino i finanziamenti per la sanità pubblica.

La majeure parte dei governmenti africani finanzia meno del 50% del proprio bilancio sanitario nazionale, con conseguenti ampi divari di finanziamento.

Solo Algérie, Botswana, Cap-Vert, Eswatini, Gabon, Seychelles et Afrique du Sud financent plus de 50 % des bilans sanitaires nationaux.

« La COVID-19 a déclaré qu'investire nella salute est fondamentale pour la sécurité d'un pays.

Quanto meglio l'Africa è in grado di affrontare le pandemie e le altre minacce sanitarie, tanto più le nostre popolazioni e le nostre economie prosperano.

Esorto i governmenti a investire nella salute e ad essere pronti ad affrontare di petto il prossimo agente patogeno che si abbatterà su di noi”, ha dichiarato il dottor Moeti.

Una delle misure chiave per migliorare l'accesso ai servizi sanitari è che i governmenti dell'Africa riducano le spese catastrofiche fuori casa delle famiglie

La spesa sanitaria est considérée comme non catastrophique lorsque la famille dépense moins de 10 % de loro reddito per le spese sanitarie, indipendentemente dal loro livello di povertà.

Negli ultimi 20 anni, la spesa out-of-pocket è rimasta invariata o è aumentata in 15 Paesi.

Le rapport de l'OMS a également analysé la différence d'aspiration de la vie à Buona salute et de la prise en charge des services sanitaires dans la base al livello di reddito e alla posizione geografica del Paese.

I Paesi ad alto e medio reddito tendono ad avere una migliore copertura dei servizi sanitari e una maggiore aspettativa di vita sana alla nascita rispetto ai Paesi a basso reddito, con circa 10 anni in più di aspettativa di vita sana.

Il rapporto raccomanda ai Paesi di accelerare gli sforzi per migliorare la protezione dai rischi finanziari, ripensare e riorientare l'erogazione dei servizi sanitari, concentrandosi sull'inserimento dei servizi sanitari non trasmissibili tra i servizi sanitari essenziali, coinvolgendo le comunità e impegnando il settore privato .

Si raccomanda inoltre di istituire sistemi di monitoraggio dei sistemi subnazionali, in modo che i Paesi siano maggiormente in grado di cogliere i segnali di allarme precoce per le minacce alla salute ei fallimenti del sistema.

Pour en savoir plus:

Emergency Live ancora più…live: scarica la nuova app gratuita del tuo giornale pour iOS e Android

Vaiolo delle scimmie (Monkeypox): la genesi, i sintomi, la diagnosi e la cura

QUI : rafforzare i test di laboratorio sul vaiolo delle scimmie in Africa

Il Malawi riceve 1,9 milioni di dosi di vaccini contro il colera per rafforzare la risposta

L'Etiopia ed il WHO vaccinano 2 milioni di persone control il colera nella regione del Tigray

Oms : "Belle pandémie con 70 % copertura vaccinale mondiale, ma en Afrique 83 % ancora senza prima dose"

Zimbabwe, lotta al colera: grazie a Gavi, i 54.407 residenti di Chegutu Ricevono la vaccinazione

Focolai di colera, l'Agenzia Spaziale Europea ne prevede l'insorgenza abbinando AI e dati climatici / Studio pubblicato

COVID-19, un moment de svolta per la medicina di laboratorio in Africa

Fonte dell'articolo:

OMS Afrique

Vous aimerez aussi