Aspiratori, confronto tecnico fra i prodotti più venduti

 

Le vie aeree ostruite sono il principale problema in caso di emergenza ALS. Quale aspiratore di secreti possiamo usare in emergenza extra-ospedaliera?

red-cross-courses-kelowna-british-columbia (376)L’aspirazione di secreti è una delle procedure più comuni nel soccorso pre-ospedaliero e nella gestione di feriti, anziani o malati in strutture di riposo o in case di cura. Rimuovere secrezioni, vomito o liquidi dal paziente tramite un sondino nelle vie aeree per mantenerne la pervietà è importante ai fini della buona riuscita di un’operazione, sia essa svolta in una struttura ospedaliera o sia un intervento d’emergenza extra-ospedaliera.

Per questo l’aspiratore di secreti portatile è uno dei prodotti più importanti da installare in ambulanza, che spesso viene anche usato per altre attività, come la depressione del materassino in caso di traumi o l’ottenimento di un campione da laboratorio per esame colturale. Di sicuro però l’obiettivo primario è il mantenimento della pervietà delle vie aeree ed evitare infezioni favorite dal ristagno delle secrezioni.suctioning

Ma quali sono i dati che ci permettono di scegliere al meglio l’aspiratore di secreti portatile giusto? Vogliamo cercare di dare una panoramica completa sui modelli oggi esistenti, paragonando gli aspiratori più importanti oggi sul mercato. Fra i più venduti ce ne sono 4 che sicuramente devono essere inseriti in questa comparativa e sono prodotti da Boscarol, Laerdal, Spencer e Weinmann.


ambujetSPENCER JET

Questo prodotto è già apparso sulle pagine di Emergency Live ed è l’unico ad avere un guscio protettivo ad alta resistenza pensato per il soccorso extra-ospedaliero. L’unità di aspirazione dello Spencer Jet è stata testata con un test di caduta da 2.30 metri. La sua compattezza e la sua qualità costruttiva lo rendono unico nel suo genere, così come le tre configurazioni possibili, dalla JET Compact (peso dell’aspiratore di 1.6 kg, il più leggero della categoria) fino alla Ambu JET (con aggancio a parete certificato 20G, che ha anche un caricabatteria integrato) troviamo sempre un motore aspiratore elettrico ultra-compatto, un comodo regolatore elettronico con indicatori luminosi di potenza (11 led ad alta visibilità) e un sistema di ricambio batterie molto semplice e intuitivo. Non primeggia per la dimensione del vaso (il più grande è infatti quello della LSU Laerdal) ma ingombri, flusso e peso sono ai vertici della classifica. La versione Compact poi – non inclusa in questa comparativa – è l’unica con un canestro da 300ml integrato e un volume minimo, sotto i 3 decimetri cubici.  Può ospitare i vasi Serres e tutti i vasi possono essere estratti dall’unità in maniera molto rapida. Viene inoltre fornito con una cinghia di trasporto ed una tracolla. Notevole il dato sull’impronta a terra: lo Spencer JET è il più piccolo aspiratore di secreti per spazio occupato sul pianale di lavoro dell’ambulanza, risultando sempre la soluzione più comoda per disposizione, anche durante l’utilizzo non agganciato.

1
NOME SPENCER JET OB 2012 ACCUVAC LSU 
2
PESO (kg) 2,65 4,6 5,4 4
3
Capacità massima 1000 ml 1000 ml 1000 ml 1200 ml
4
Crash Test 20G 10G 10G 20G
5
Impronta a terra (cm2) 50 84 106 103
6
Guscio protettivo SI NO NO SI – Vaso
7
Cambio rapido batterie SI NO NO SI
8
Flusso massimo 32 l/m 30 l/m >25 l/m >30 l/m
9
Indicatore Indicatori LED manometro manometro Indicatori LED

 

Weinmann Accuvac

WEINMANN_ACCUVACIl dispositivo tedesco è quello che in comparativa tecnica lascia più punti sul terreno, ma è anche l’unico in grado di ospitare due vasi porta-liquidi. Inoltre la paratia laterale permette di arrotolare il tubo di suzione attorno al dispositivo, senza averlo penzolante o riposto in altre sacche dentro l’ambulanza. Un sistema condiviso con l’aspiratore Boscarol è quello del manometro, ma fra i due aspiratori di secreti c’è differenza nel regolatore della potenza, posizionato nel prodotto tedesco più centralmente (anche se è sempre una rotella analogica, non digitale). E’ – come da tradizione tedesca – il prodotto più pesante presente in questa comparativa. Sulla scheda tecnica inoltre si garantisce una potenza di suzione più bassa, ma anche una rumorosità di soli 65,2 dB. Può ospitare i vasi Serres

Laerdal LSU

LAERDAL_LSUE’sicuramente l’aspiratore più conosciuto e visibile, per i suoi colori giallo e blu.  Può già contenere i canestri Serres da 1200 ml, ed è – insieme al JET – l’unico con un sistema di protezione del vaso. Non si tratta di una vera e propria gabbia di protezione, ma garantisce in caso di caduta la tenuta dei liquidi. D’altra parte la LSU è anche la più grande per dimensioni, 16,6 decimetri cubi, ed ha un peso di 4 chili. Ha una grande maniglia di trasporto ed è dotato degli indicatori a led più grandi. La manopola di selezione della potenza di vuoto è molto grande e – come nel JET Spencer – c’è uno sgancio rapido delle batterie per una sostituzione rapida e immediata, in caso di necessità.

Come sempre la valutazione finale del prodotto da acquistare dev’essere fatta dai sanitari e dai soccorritori, a seconda del luogo in cui questi aspiratori di secreti devono essere utilizzati. Per questo non c’è una classifica generale in cui far primeggiare un prodotto solo. I dati forniti dalle aziende, come sempre, parlano da soli.

BOSCAROL_OB2012Boscarol OB2012

L’aspiratore di secreti prodotto a Bolzano è il più semplice e compatto del gruppo. Ha una potenza di aspirazione massima di 800mbar (600 mmHg) e un flusso massimo di aspirazione di 30 litri al minuto (due sotto allo Spencer) ma fra tutti i dispositivi è quello che – dati tecnici alla mano – riserva il minor ingombro in configurazione ambulanza. Il Boscarol non brilla dal punto di vista del peso ed ha il doppio tubo il collegamento motore-vaso-paziente. Fra le soluzioni intelligenti di questo dispositivo c’è il filtro antibatterico nel coperchio. L’indicatore della potenza di suzione è invece un manometro, mentre sul Laerdal e sullo Spencer c’è un indicatore a LED (ben visibile anche in situazione notturna). Viene fornito con una borsa di trasporto antistrappo e resistente all’acqua. Non ha un sistema di sgancio rapido della batteria come il Laerdal e il JET. Ha un adattatore per i vasi Serres.

I commenti sono chiusi.