Bimba in pericolo di vita: culla termica e ambulanza in volo su C-130J dell'Aeronautica Militare

Una bimba in grave pericolo di vita è stata trasportata da Alghero a Ciampino grazie all’intervento dell’Aeronautica Militare, che ha trasportato l’ambulanza incaricata del servizio sanitario direttamente a destinazione.

La piccola, infatti, è stata trasportata, all’interno di una culla termica, con un velivolo C-130J della 46esima Brigata Aerea per essere ricoverata al Bambino Gesù di Roma.

Bimba in pericolo di vita, le emozioni di Croce Blu Sassari

Il servizio sanitario è stato effettuato dai soccorritori della Croce Blu di Sassari.

“Purtroppo – scrivono i soccorritori sul proprio profilo Facebook -, e sottolineiamo purtroppo, questo pomeriggio un’altra bimba ha dovuto fare il suo primo volo in una incubatrice all’interno di un C-130 dell’ #aeronauticamilitare per poter essere trasportata a Roma all’ospedale Bambin Gesù.

Come tutti i trasferimenti di questo tipo che partono dai reparti di Neonatologia e Pediatria della AOU di Sassari il trasferimento all’Aeroporto di Alghero è stato eseguito col Centro Mobile Neonatale della Croce Blu che da tanti anni collabora con l’Azienda, la Prefettura , la Centrale Operativa 118 e naturalmente l’ Aeronautica Militare per questo tipo di interventi.

Proprio in questi giorni la Croce Blu ha lanciato una raccolta fondi tramite la piattaforma #Gofundme ( https://gofund.me/0c6d19c4 ) per l’acquisto di una nuova ambulanza neonatale”.

Per approfondire: Sicurezza bambini in ambulanza: il trasporto pediatrico parte 1

Si è concluso da poco il volo per una bambina in pericolo di vita

Il volo del C130J della 46 esima Brigata Aerea dell’Aeronautica Militare che ha trasportato una bimba di meno di un mese in imminente pericolo di vita si è da poco concluso.

Il trasporto, avvenuto con la massima urgenza da Alghero a Ciampino, si è concluso con il trasferimento della piccola all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Il C130, uno degli assetti che l’Aeronautica Militare tiene in prontezza ogni giorno e a qualunque ora per i trasporti sanitari urgenti, era decollato dall’aeroporto di Pisa nel primo pomeriggio alla volta di Alghero, da dove e’ ripartito con la piccola, imbarcata dentro una culla termica, assistita da un’equipe dell’ospedale di Sassari dove era ricoverata dalla nascita.

Il volo sanitario è stato attivato, su richiesta della Prefettura di Sassari, dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che si occupa, tra l’altro, del coordinamento di questo genere di attività a favore della popolazione civile su tutto il territorio nazionale.

“Attraverso i suoi Reparti di Volo – scrive in una nota la nostra aviazione -, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare in qualsiasi condizione meteorologica per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, come accaduto oggi, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti.

Sono centinaia ogni anno le ore di volo effettuate per questo genere di interventi dagli aerei del 31° Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e, come in questo caso, della 46a Brigata Aerea di Pisa”.

Per approfondire:

MEDEVAC, volo sanitario salva-vita: l’Aeronautica Militare aumenta la propria capacità di trasporto in biocontenimento

Volo salvavita per una bambina di 11 anni, l’Aeronautica Militare la trasporta da Perugia a Milano

Fonte dell’articolo:

Comunicato Aeronautica Militare

Profilo Croce Blu Sassari

I commenti sono chiusi.