Vaccino COVID-19, Cuba pronta a produrre 100 milioni di dosi di ‘Soberana 02’

Nello scenario globale della corsa al vaccino COVID-19 Cuba è, a suo modo, un po’ l’Atalanta dell’assistenza al paziente: una piccola irriverente nazione che si diverte a “sculacciare” le grandi multinazionali del farmaco e che diventa, perciò, simpatica a tutti

COVID-19, da Cuba una silenziosa lezione sulla gestione di una pandemia: presentato il vaccino Soberana 02

L’isola caraibica si è infatti distinta innanzitutto per la grande attenzione nella gestione dell’epidemia, che ha consentito pochissimi contagi e ancora meno morti (19 mila contagi e 180 decessi), per l’aver spedito medici ed infermieri in mezzo mondo (Lombardia inclusa) e per la realizzazione di alcuni vaccini in autonomia.

Soberana 02 è uno di essi, e sarà a breve distribuito: il vaccino sara’ gratuito e che la strategia dietro la sua commercializzazione sara’ improntata a “creare salute”, mentre il fine economico “non sara’ prioritario”

Cuba intende arrivare a produrre quest’anno almeno 100 milioni di dosi di uno dei vaccini contro il Covid-19 al momento in sperimentazione nell’isola, denominato Soberana 02: a renderlo noto e’ stato l’Instituto Finlay de vacunas, ente capofila del progetto.

Soberana 02, le dichiarazioni di Vicente Verez

Nel corso di una conferenza stampa con le testate estere, il direttore dell’istituto, Vicente Verez, ha affermato che l’obiettivo principale e’ garantire la copertura necessaria per tutta Cuba e per poter anche esportare il prodotto ai Paesi che lo richiedano.

In questo senso il dirigente ha reso noto che alcuni Paesi, come “Vietnam, Iran e Venezuela”, e altri con i quali sono in vigore convenzioni di collaborazione, “come Pakistan e India”, si sono gia’ dimostrati “interessati ad acquisire il farmaco”.

Al momento il farmaco Soberana 02, il primo a essere prodotto sull’isola, si trova nella “fase due” della sperimentazione clinica ed e’ stato somministrato a circa 900 pazienti.

Dati i primi risultati, descritti come “promettenti”, il presidente del Grupo Empresarial de Industrias Biotecnologica y Farmaucetica, Eduardo Martinez, ha previsto che le prime dosi di vaccino potrebbero iniziare a essere distribuite a marzo.

Il direttore dell’Instituto Finley ha voluto sottolineare che il vaccino sara’ gratuito e che la strategia dietro la sua commercializzazione sara’ improntata a “creare salute”, mentre il fine economico “non sara’ prioritario”.

Al momento Cuba sta contribuendo alla lotta contro la diffusione del Covid-19 anche con 38 “brigate internazionali di salute”, attive in 26 Paesi.

Per approfondire:

Turismo e COVID-19, e se la strada giusta fosse il Nasalferón applicato da Cuba ai viaggiatori?

COVID-19, gli USA e l’ “esbargo” di Cuba: Itolizumab adottato in Stati Uniti, Messico e Brasile

Cuba, studio su effetti del COVID-19 nei polmoni: utilizzate cellule staminali

Soberana 01 e Soberana 02 nella lista ufficiale dei 47 vaccini del WHO

Read The English Article

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.