Vaccino anti Covid, Moderna annuncia sperimentazione in età pediatrica: volontari monitorati per 13 mesi

Il vaccino anti Covid in età pediatrica? Moderna ha annunciato il via alla sperimentazione.

Covid-19 è risultato inizialmente poco aggressivo nei confronti dei bambini, ma le cose nel tempo sono andate via via cambiando, e il quadro si è notevolmente modificato.

Nel tempo è comparsa per esempio sulla scena una malattia multisistemica inizialmente confusa con la malattia di Kawasaki, e non sono pochi gli allarmi lanciati dai pediatri italiani (link in coda all’articolo).

Come avverrà la sperimentazione del vaccino anti Covid di Moderna su volontari in età pediatrica?

La prima somministrazione in Texas. “I volontari saranno monitorati per 13 mesi- ha dichiarato Sarah Hasan, ricercatrice del DM Clinical Research del Texas- e sosterranno diverse visite di follow-up con i medici”

A due settimane dall’inizio delle vaccinazioni anti Covid-19, che hanno coinvolto a oggi più di 800 mila adulti in Italia, sono cominciati gli studi clinici per testare il vaccino in età pediatrica.

Attualmente i due vaccini autorizzati in Europa dall’Ema sono quelli di Pfizer/BioNTech e di Moderna.

Il primo non può essere iniettato a bambini e ragazzi al di sotto dei 16 anni e il secondo ai minori di 18.

Le due aziende, dopo aver avviato il reclutamento per la sperimentazione su pazienti a partire dai 12 anni, hanno dato il via agli studi.

Sperimentazione in età pediatrica, l’annuncio dal Texas Center for Drug in tema di vaccino Covid

Come riporta il sito americano Motherly, “Houston è una delle 20 città degli Stati Uniti in cui gli adolescenti sono in grado di prendere parte allo studio sui vaccini di Moderna”.

La scorsa settimana, il Texas Center for Drug Development ha celebrato la prima dose somministrata a un ragazzo volontario con un post su Linkedin.

“I volontari saranno monitorati per 13 mesi– ha dichiarato al notiziario KHOU 11 News Sarah Hasan, ricercatrice del DM Clinical Research del Texas- e sosterranno diverse visite di follow-up con i medici“.

Anche la Mayo Clinic, come riportato dalla Keyc News, conferma l’avvio degli studi.

“Abbiamo esteso la fascia d’età in cui li stiamo testando per includere i bambini”, dichiara Emily R. Levy, specialista di cure critiche pediatriche e malattie infettive pediatriche dell’organizzazione non-profit per la pratica e ricerca medica. Se le prove daranno delle buone risposte di sicurezza ed efficacia si procederà con la sperimentazione sulla fascia 6-12 anni e poi 2-6 anni.

L’ipotesi più ottimistica vede l’arrivo del vaccino pediatrico entro la fine del 2021. Poi, per parlare di successo contro il Covid-19, l’estensione della copertura vaccinale dovrà riguardare quasi l’80% della popolazione, difficile da raggiungere senza includere bambini e ragazzi.

Per approfondire:

Appendicite acuta in bambini con sindrome infiammatoria multisistemica da COVID-19: case report dal Sudafrica

Orbetello, verrà presentata oggi la nuova ambulanza pediatrica della Croce Rossa Costa d’Argento

COVID-19, Kawacovid solleva interrogativi. L’Istituto Superiore di Sanità: “bambini sorvegliati speciali”

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.