Il report della Croce Rossa parla ancora di gravi crisi e di guerre

Il report della Croce Rossa parla ancora di gravi crisi e di guerre

Gli effetti devastanti delle crisi più acute che sono emerse alla fine del 2013 continuano a farsi sentire. Sud Sudan, Africa centrale, I confilitti in Siria che stanno assumento proporzioni catastrofiche, con serissime implicazioni per l’intera regione, sono la parte più grave del bilancio 2013 dell’attività della Croce Rossa / Mezzaluna Rossa Internazionale. Non escono dalle zone calde l’Afghanistan e Israele, con i suoi territori occupati, nemmeno la Repubblica del Congo e la Somalia hanno pace, ancora devastate da numerosi conflitti civili che continuano a far soffrire le popolazioni. Continuano però gli sforzi della Croce Rossa internazionale perché arrivi un’effettiva ed efficace risposta sanitaria a queste complesse situazioni, per dare alle popolazioni ciò che loro necessiterebbero.

“Durante quest’anno abbiamo affrontato il crescere delle complessità dei conflitti armati, che sempre più spesso hanno disastrosi costi umani e di violenza, contemporaneamente abbia affrontato disastri naturali e strutturali crisi socio economiche in tutto il mondo. Abbiamo affrontato i problemi nel vestire le persone e tante altre necessità primarie di molte popolazioni” ha spiegato il presidente dell’ICRC Petger Maurer, parlando alla conferenza di presentazione dei dati 2013 che si è tenuta ieri a Ginevra.

PER MAGGIORI DATI CLICCA QUI

 

PER LE MAPPE TEMATICHE CLICCA QUI

L'autore

Emergency Live

Emergency Live is the only multilingual magazine dedicated to people involved in rescue and emergency. As such, it is the ideal medium in terms of speed and cost for trading companies to reach large numbers of target users; for example, all companies involved in some way in the equipping of specialised means of transport. From vehicle manufacturers to companies involved in equipping those vehicles, to any supplier of life- saving and rescue equipment and aids.

Articoli correlati

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

SEI UN LETTORE?

registrati-ora

SEI UN’AZIENDA?

diventa-partner

X