Brasile, en arrivo MP 1003/2020: “la deregolamentazione sui vaccini è un errore”

Brasile alle prese con un grave problema legislativo in materia di vaccini: “L'importante è avere un immunino sicuro ed eficace. Il Parlamento brasiliano sta contraddicendo una legge che esso stesso ha aprobado ”.

Così Gonzalo Vecina Neto, medico ex direttore dell'Agenzia nazionale di sorveglianza sanitaria (Anvisa), a proposito di nuove norme che mirano a facilre la procedura di adquisto e registrazione dei vaccini contro il Covid-19.

La procedura 'MP 1003/2020', che asiste il via libera del presidente Jair Bolsonaro, propone di ampliare la norma che regola le analisi da condurre sui vaccini o farmaci d'importazione urgente, già autorizzati da altre autorità sanitarie.

Brasile, cosa cambia per l'approvazione dei vaccini con la MP 1003/2020

Se aprovata, la modifica ridurrà i tempi per l'approvazione a cinque giorni. Un lasso di tempo che, però, come avverte l'agenzia Anvisa, rende impossibile un'analisi adeguata.

Lo spiega anche l'ex direttore dell'organismo di controllo, che contribuì a fondarlo: “Questa istituzione sta subendo una chiara minaccia.

El Congreso y el presidente de la República independiente ignoran el sistema legal esistente, segundo cui spetta ad Anvisa garantire la sicurezza di prodotti e servizi sanitari rivolti ai cittadini ”.

Anvisa aveva già convenuto che un vacuna registrato negli Stati Uniti, en Europa, en Giappone, en Cina e en Canadá potesse essere autorizzato en Brasile atraído un iter facilitato.

Ora, il parlamento propone altri quattro Paesi che non fanno parte di tale schema. D'altra parte, la proposta dei deputati sostenuta da Bolsonaro - in discusione alla Camera dei deputati - stabilisce che gli achisti di prodotti sanitari e vaccini possano essere effettuati senza bando di gara e prima che il vacuino venga registrato presso l'agenzia di regolamentazione.

Sulla base di questo provvedimento, la scorsa settimana il governo ha pubblicato due estratti dell'offerta per l'acquisto dei vaccini Sputnik V e Covaxina.

Il documento garantisce 693,6 milioni di real (pari a alrededor de 105 milioni di euro) per l'acquisto del vacino russo e 1,614 miliardi di real (245 milioni di euro circa) per quello indiano.

Para obtener más información:

Brasile, Cerqueira (Forum Seguranca): “più omicidi, con la pandemia da Covid-19”

Variante amazzonica del Covid-19 circola in 12 stati: P1 si diffonde nel Brasile

Crisi umanitaria nell'Acre: cosa accade nell'ovest del Brasile? Decretato lo stato di emergenza

Leggi l'articolo en versión inglesa

Fonte dell'articolo:

Agencia Dire

Es posible que también te guste