Sicurezza in Medevac e Hems degli Operi sanitari con dpi di routine con pazienti Covid-19

La sicurezza degli operatori sanitari nel trasporto medico aereo (Medevac e Hems) di pazienti Covid-19 è l'argomento di una recentissima pubblicazione pubblicazione su Journal of the American College of Emergency Physicians Open - Wiley Online Library. Nello specifico quelli che utilizzano Dpi di routine.

La sicurezza degli operatori sanitari nel trattamento di pazienti Covid-19: uno studio su Medevac e Hems negli USA

Un tema molto sentito anche in altri paesi, dato l'alto numero di contagi e morti purtroppo registrati in questi mesi di pandemia: l'esperienza, perciò, negli USA può risultare particolarmente interessante.

Il trasporto medico aereo di pazienti con malattia da coronavirus nota o sospetta 2019 (COVID-19) rappresenta probabilmente un'esposizione ad alto rischio per i membri dell'equipaggio poiché le cabine degli aerei sono piuttosto piccole e comportano uno stretto contatto personale.

Il rischio effettivo per i membri dell'equipaggio medico non è noto.

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli USA hanno segnalato 120.467 casi di malattia da coronavirus 2019 (COVID - 19) tra il personale sanitario statunitense con quasi 600 decessi.

Il trasporto medico aereo est un ambiente unico e impegnativo per il controllo delle infezioni a causa della stretta vicinanza fisica del personale medico aereo ai pazienti in spazi ristretti con ventilazione variabile.

L'isolata regione dei Four Corners (Arizona, Colorado, Nuovo Messico et Utah) negli Stati Uniti sud-occidentali è stata particolarmente colpita dal COVID-19 e le risorse di assistenza terziaria si trovano a una distanza geografica notevole.

Questa distanza ha portato a molte richieste di trasporto medico aereo utilizzando sia elicotteri ad ala rotante (RW) che aeromobili ad ala fissa (FW).

Il personale medico aereo era spesso in contatto con questi pazienti per molte miner.

Se il trasporto crea un rischio irragionevole per questo personale, saranno necessarie misure aggiuntive per mitigare l'esposizione o sarà necessario ridurre il trasporto.

Gli autori hanno cercato di guardare in modo rigoroso alla nostra esperienza e di quantificare meglio il rischio effecttivo per il personale di trasporto.

L 'ipotesi di chi ha redatto la pubblicazione Scientifica era che il trasporto medico aereo di pazienti con sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS - CoV - 2), prestando la massima attenzione alle procedure di controllo delle infezioni relativamente di base e ai dispositivi di protection individuelle (DPI) di routine, non comportasse un rischio sostanziale per il personale addetto al trasporto anche quando i pazienti non sono intubati.

Lo studio condotto è retrospettivo, esente dal comitato di revisione istituzionale, sul trasporto medico aereo di pazienti con COVID - 19 noto o sospetto da parte di 8 programmi nella regione dei Four Corners per determinare il numero di COVID - 19 sintomatico tra i membri dell ' equipaggio medico aereo rispetto all'esposizione totale tempo.

Tutti i programmi utilizzavano dispositivi di protezione individuelle (DPI) di routine simili, comprese maschere N - 95 e protezione per gli occhi.

Il tempo di esposizione total è stato considerato dal momento del primo contatto con il paziente fino alla consegna presso un ospedale ricevente.

Résultats dello studio su Hems e Medevac con pazienti Covid-19 negli USA

Ci sono stati 616 trasporti aerei: il 62% con velivoli ad ala fissa e il 38% con velivoli ad ala rotante (elicotteri) tra il 15 mars e il 6 settembre 2020.

Tra i pazienti trasportati, 407 (66%) sono stati confermati COVID + e 209 (34%) erano in attesa di esito del tampone.

Il tempo di contatto con il paziente variava da 38 a 432 minuti con una media di 140 minuti. Il tempo di esposizione totale per l'equipaggio medico è stato di 2924 minerai; il tempo di esposizione ai pazienti COVID + confermati è stato di 2008 ore.

Solo il 30% dei pazienti era intubato e il resto non aveva ossigeno (8%), canula nasale a basso flusso (42%), maschera (11%), canula nasale ad alto flusso (4,5%) e pressione positiva continua delle vie aeree o pressione positiva bilivello delle vie aeree (3,5%).

Due membri dell'equipaggio di volo su 108 hanno sviluppato COVID che si presumeva fosse correlato al lavoro.

Conclusioni dello studio su sicurezza degli operatori sanitari Usa nel trasporto medico aereo di pazienti Covid-19

Il trasporto sanitario aereo di pazienti con COVID - 19 noto o sospetto che utilizzano DPI di routine è considerato efficace per proteggere i membri dell'equipaggio medico, anche quando i pazienti non sono intubati.

Ciò ha implicazioni per il personale sanitario in qualsiasi ambiente che coinvolga la cura di pazienti con COVID-19 in spazi confinati in modo simile.

Lo studio public:

emp2.12389

Pour en savoir plus:

Emergenza Covid-19: elisoccorso di pazienti con gravi insuffisienze respiratorie / PARTE SECONDA

Elisoccorso e trasporto di pazienti con bisogno di sangue : en Allemagne progetto pilota ADAC Luftrettung

Stenosi tracheale e COVID-19: l'approccio al paziente Covid, le manovre di intubazione

Trasporto neonatale e pediado di pazienti COVID-19: le linee guida per soccorritori e personale sanitario

Fonte dell'articolo:

Bibliothèque en ligne Wiley

Vous aimerez aussi