Il futuro dell’ambulanza è il drone? Ambular è già realtà: ecco l’ambulanza volante per missioni mediche di emergenza

Di drone ambulanza si parla da tempo, ma oggi il futuro sembra essere davvero meno lontano. EHang, infatti, ha annunciato di essere stata selezionata per aderire ad Ambular, un progetto internazionale che cerca di sviluppare un’ambulanza volante per uso medico di emergenza.

 

DRONE AMBULANZA, ICAO E EHANG HANNO PROGETTATO IL FUTURO (CHE E’ OGGI)

Supportato dall’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile (“ICAO“), il progetto Ambular cerca anche di ispirare la comunità aeronautica globale a liberare il potenziale degli aerei eVTOL (decollo e atterraggio verticale elettrico).

Progetto di drone ambulanza: l’innovazione arriva dalla Cina

Il progetto Ambular è il risultato di un progetto esplorativo rispetto al futuro dell’aviazione da parte dell’ICAO alla fine del 2017.

L’ICAO ha voluto valutare il possibile utilizzo degli AAV per il trasporto sanitario aereo estremamente rapido.
In altre parole l’uso del drone come forma di ambulanza volante.

Ed è bene essere chiari: COVID-19 ha accelerato i tempi anche da questo punto di vista, costringendo ad utilizzare l’EHang 216 durante la pandemia da COVID-19 non per il trasporto di pazienti quanto di forniture mediche e di personale sanitario.

Se il drone ambulanza come adozione generale è futuro, l’ambulanza volante come situazione congiunturale (trasporto sanitario legato al coronavirus) è già passato prossimo.

Il pubblico italiano è naturalmente abituato a identificare il termine drone con il quadricottero diffuso tra appassionati e professionisti del volo, ma chiaramente non è così, o non è solo così: i droni di maggiori dimensioni sono veri e propri velivoli, semplicemente pilotati da remoto.

Grazie alla ormai efficace geolocalizzazione dei sistemi elettronici, essi possono essere condotti da decine di migliaia di chilometri.

Triste esempio, dato l’utilizzo e gli esiti, è rappresentato dai droni da guerra di svariati eserciti, USA in testa: pilotati in una sala operativa in territori sicuri, essi possono colpire il proprio target nelle aree di conflitto con pochi millimetri di tolleranza nell’errore.

Passando ad esempi più pacifici, i più diffusi droni in commercio (naturalmente di fascia alta), i quadricotteri appunto, hanno un margine di errore nell’atterraggio di 5 centimetri.

AMBULANZA VOLANTE, IL DRONE INSERITO NELL’IDEA DI URBAN AIR MOBILITY

Ecco che quindi diventa naturale interrogarsi sull’utilizzo del drone come ambulanza, con tanto di barella ed equipaggio a bordo.

In modo similare a quanto già avvenuto per il drone antincendio, in adozione da parte dei Vigili del Fuoco in Cina.

In qualità di prima azienda al mondo a lanciare e commercializzare AAV per passeggeri, nuova pietra miliare nella diffusione e proliferazione di Urban Air Mobility (“UAM”), EHang contribuirà con l’hardware necessario (come rotori e motori) al progetto Ambular, guidando così la ricerca e lo sviluppo della componente di potenza dell’ambulanza volante.

Si prevede inoltre che la competenza e l’esperienza di EHang nell’utilizzo degli AAV per la risposta alle emergenze accelererà in modo significativo lo sviluppo del progetto.

Ad esempio, nel febbraio 2020, l’AAV biposto per passeggeri di EHang, l’EHang 216, è servito da ambulanza aerea per trasportare forniture mediche e personale in un ospedale durante l’epidemia di COVID-19 in Cina, che attualmente si basa principalmente su ambulanze o elicotteri.

Ambulanza volante, l’importanza del drone

In linea con l’attenzione della Società sulla responsabilità sociale, EHang continua a esplorare l’uso degli AAV per risolvere le sfide nella risposta alle emergenze, come il soccorso inondazioni, la lotta agli incendi boschivi e la lotta agli incendi nei grattacieli.

Il fondatore, presidente e CEO di EHang, Huazhi Hu, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di partecipare al progetto Ambular supportato dall’ICAO, dove possiamo lavorare con i leader del settore per realizzare la missione di” salvare minuti critici “in caso di emergenza.

Questo può dimostrare il grande valore di UAM per la società.

Vediamo che UAM ha il potenziale per migliorare materialmente il trasporto e avere un impatto positivo sulla vita delle persone.

La sicurezza, le città intelligenti, la gestione dei cluster e l’eco-compatibilità costituiscono i principi fondamentali per un moderno ecosistema UAM.

Lo sviluppo di sistemi UAM creerà una valida alternativa al trasporto terrestre esistente “.

VIDEO SULL’UTILIZZO DURANTE COVID-19 PER IL TRASPORTO DI MATERIALE SANITARIO

PER APPROFONDIRE:

READ THE ENGLISH ARTICLE

DRONI AMBULANZE SALVA-VITA? SONO GIA’ ADOTTATI IN MEZZO MONDO

L’ESPERIENZA IN ISRAELE: ECCO AIR MULE

PROTEZIONE CIVILE, CROCE ROSSA ITALIANA RILANCIA L’USO DI DRONI

FONTE DELL’ARTICOLO:

VISITA IL SITO DI EHANG

I commenti sono chiusi.