I vigili del fuoco londinesi lanciano un appello: cittadini usate la testa

L’elenco stilato da Dave Brown, ufficiale dei vigili del fuoco di Londra, sembra compilato da un autore comico: negli ultimi tre anni i vigili del fuoco londinesi sono dovuti intervenire in 1.300 occasioni per liberare persone intrappolate. Scorrendo l’elenco delle cause ricavato dagli ordini di servizio, emergono storie tra il ridicolo e l’imbarazzante per la stupidità dei protagonisti.

“Alcuni degli incidenti cui sono chiamati a intervenire i pompieri potrebbero essere evitati con un po’ di buon senso. Vorrei ricordare a tutti che il 999 è un numero di emergenza e deve essere usato solo come tale. Quando i vigili del fuoco sono fimpegnati per alcuni di questi incidenti evitabili, qualcun altro potrebbe essere in reale necessità di assistenza di emergenza”.

Tra le chiamate più incredibili, un uomo con il pene intrappolato in un tostapane e un altro in un aspirapolvere. 79 le chiamate per incidenti con le manette, da parte di amanti fantasiosi che poi non hanno più trovato le chiavi per aprirle. “Con dei costi delle missioni di soccorso stimati in almeno 290 sterline ciascuna -prosegue Brown- questi scherzi costano un bel po’ alle tasche dei contribuenti”.

Negli ultimi tre anni, vigili del fuoco della capitale sono stati chiamati a intervenire per:

• 18 incidenti di bambini bloccati con la testa nel vasino o la stessa toilette

• Nove casi di uomini con anelli attaccati sul pene

• Quattro incidenti in cui le persone avevano le mani bloccate in frullatori

• 17 incidenti che coinvolgono i bambini con le loro dita infilate nei giocattoli

• Un bambino con la sua mano intrappolata in dispenser di caramelle

• Un bambino con la testa intrappolata in un asse da stiro

• Un adulto bloccato in auto giocattolo per bambini

 

I commenti sono chiusi.