Svenuto a 3.000 metri di altezza: un paracadutista salvato dai compagni

Un lancio con il paracadute in Gran Bretagna poteva trasfomarsi in tragedia: James Lee, 25 anni, dopo l’urto con un altro skydiver perde i sensi e precipita a corpo morto. L’helmet cam ci restituisce la prontezza di riflessi dei suoi compagni che, intuito il pericolo, accorrono in suo aiuto. Il ragazzo colpito al capo, precipita svenuto, gli altri paracadutisti lo circondano e gli azionano l’apertura del paracadute. In un secondo momento il ragazzo riprende conoscenza e atterra in modo impeccabile. Lee, oltre 1,000 lanci all’attivo, stava partecipando a un lancio collettivo di 12 uomini contemporaneamente, non ha riportato alcuna ferita, a parte un forte indolenzimento al collo.

Ecco le drammatiche immagini:

http://youtu.be/0deorIcZyN4

I commenti sono chiusi.