112 Numero Unico per le Emergenze

Il 112 numero unico per le emergenze: addio 113, 115 e 118

La decisione contenuta all’interno della riforma della Pubblica amministrazione. Il numero unico entrarà in vigore solo quando il Governo predisporrà il decreto specifico.

Con un emendamento presentato durante la discussione al Senato della riforma della Pubblica amministrazione si prevede “l’istituzione del numero unico europeo 112 su tutto il territorio nazionale con centrali operative da realizzare in ambito regionale“.

ADDIO AI “VECCHI” NUMERI – Scompariranno gli attuali 113, 115 e 118 ed in caso di emergenza i cittadini dovranno chiamare unicamente il 112. La misura entrerà in vigore solo quando il Governo predisporrà il decreto specifico, che porterà anche alla creazione di centrali operative regionali.

Il 112, da estendere a tutto il territorio nazionale, assorbirà il 118, il 113 e il 115. Si tratta di un numero telefonico valido per tutta la Ue che l’Italia non aveva ancora attuato subendo una procedura di infrazione europea nel 2006.

Tra gli altri cambiamenti poi la delega prevede anche, per tutte le forze dell’ordine, un riordino dell’assetto funzionale e organizzativo. Tra le principali novità c’è il trasferimento di funzioni, mezzi e risorse antincendio dal Corpo forestale dello Stato ai Vigili del fuoco nell’ambito del previsto assorbimento della Forestale in un’altra Forza di polizia, probabilmente i Carabinieri (sarà il decreto attuativo a stabilirlo)

Leggi il testo della riforma

 

I commenti sono chiusi.