Come ottenere un contributo sull’acquisto di un’ambulanza avvenuto nel 2017?

Avete tempo fino al 31 gennaio 2018 per chiedere un contributo statale sull’acquisto di autoambulanze o beni strumentali utilizzati nelle attività di emergenza e in convenzione con il SSN.
Lo Stato Italiano sostiene l’aggiornamento dei mezzi e delle autoambulanze per attività sanitarie, oltre all’acquisto di beni strumentali. Come farsi rimborsare per gli acquisti del 2017?

ROMA – La Corte dei Conti ha ricevuto e registrato il Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali che individua i criteri e le modalità di concessione e di erogazione dei contributi per l’acquisto da parte di organizzazioni di volontariato di autoambulanze, autoveicoli per attività sanitarie e beni strumentali, che sostituisce il Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del 17 settembre 2010, n. 177. Questo procedimento è previsto all’articolo 76, comma 1 del Decreto legislativo n. 117 del 3 luglio 2017 (il codice del terzo settore ndr).

Le domande possono essere presentate da associazioni di volontariato (Legge n. 266 del 1991) ed organizzazioni non lucrative di utilità sociale – ONLUS (Decreto legislativo 460/1997). Rientrano nella richiesta di contributo gli acquisti di ambulanze, beni strumentali e beni da donare a strutture sanitarie pubbliche. Le domande devono essere compilate utilizzando l’apposito modello annuale di domanda (con gli allegati predisposti e seguendo le istruzioni indicate nelle linee guida aggiornate annualmente nel mese di novembre e pubblicati sul sito istituzionale del Ministero) e presentate entro il 31 gennaio 2018.

Le domande di contributo devono essere inviate tramite raccomandata A/R oppure PEC al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Le organizzazioni devono includere tutta la documentazione relativa agli acquisti effettuati nell’anno di riferimento in un’unica busta, riportante la dizione: “Richiesta contributi d.m. 177/2010 – anno 2017“.

L’importo del contributo è attribuito mediante istruttoria, sfruttando il costituito dalle tabelle suddivise nelle categorie di “ambulanze”, “beni strumentali” e “donazioni” contenenti l’elenco delle associazioni di volontariato e ONLUS risultate beneficiarie, distinte per regione di appartenenza con l’importo del contributo attribuito e pubblicato sul sito istituzionale del Ministero.

TUTTA LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER FARE DOMANDA SI TROVA QUI

ATTENZIONE: CHIEDETE ALLA VOSTRA ORGANIZZAZIONE NAZIONALE, LE DOMANDE PASSANO DA LORO

Con l’introduzione dell’articolo 76 del nuovo codice del terzo settore, le richieste di fondi per le ambulanze immatricolate nel 2017 devono passare attraverso la rete associativa nazionale di appartenenza.”Per le organizzazioni di volontariato aderenti alle reti associative di cui all’articolo 41, comma 2, la richiesta e l’erogazione dei contributi di cui al comma 1 deve avvenire per il tramite delle reti medesime” (LA NORMATIVA QUI).

 

 

I commenti sono chiusi.