Pneumotorace indotto dall'errato inserimento di un sondino nasogastrico: un case report

L’inserimento del sondino nasogastrico è una procedura di grande importanza: se non avviene in maniera corretta, le conseguenze per il paziente possono essere gravi.

Errato inserimento di sondino nasogastrico: case report di pneumotorace indotto

Una donna di 85 anni ha subito un errato inserimento di un sondino nasogastrico (NGT) per insufflazione con aria, e l’auscultazione nell’area epigastrica è stata considerata equivoca da un giovane medico.

La conferma radiografica ha rivelato l’errato inserimento della NGT nell’albero tracheobronchiale sinistro e quindi la NGT è stata rimossa.

Il giorno successivo, la radiografia del torace e la successiva tomografia computerizzata hanno rivelato la complicazione dello pneumotorace sinistro.

Ha richiesto una toracostomia con l’inserimento di un tubo di drenaggio.

L’inserimento non corretto dei sondini nell’albero tracheobronchiale si verifica nello 0,3-15% dei casi.

Anche il pneumotorace è stato riportato.

Sondino nasogastrico: come verificare la corretta posizione

Sono attualmente raccomandati due metodi per confermare la posizione dell’ NGT: radiografie del torace e un test del pH.

La conferma della posizione dell’ NGT tramite raggi X è il metodo gold standard.

Se non è possibile ottenere rapidamente una radiografia, si esegue un test del pH.

Se il pH dell’aspirato dal NGT è ≤5, allora si può iniziare l’alimentazione.

Se il pH dell’aspirato è ≥6 o se non si ottiene un aspirato gastrico, allora è necessario ottenere una radiografia toracica per determinare il posizionamento del NGT.

Altri metodi, come l’insufflazione, possono essere imprecisi e non dovrebbero essere utilizzati.

Inoltre, il medico dovrebbe fare più attenzione quando avverte una resistenza durante l’inserimento del tubo gastrico.

Leggi la pubblicazione su sondino nasogastrico e pneumotorace nella versione integrale

ams2.590

Per approfondire:

Aspiratori, confronto tecnico fra i prodotti più venduti

Fonte dell’articolo:

Wiley Online Library

I commenti sono chiusi.