La Guardia Costiera ha due nuovi aerosoccorritori per il reparto volo di Luni, abilitati al verricello con gli AW139

Diventare specialisti aeronautici con la Guardia Costiera, per operare in ogni condizione al verricello degli elicotteri AW139

LUNI (Sarzana, La Spezia) – Si è concluso, al Nucleo di Addestramento Ala Rotante presso la Base Aeromobili del Corpo delle Capitanerie di Porto di Sarzana, il “9° Corso per aerosoccorritore Marittimo”, che ha visto forgiare due nuovi “professionisti del mare” appartenenti a questa categoria di militari altamente qualificati del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera. L’aerosoccorritore Marittimo è uno specialista aeronautico altamente qualificato, impiegato in attività di ricerca e soccorso condotte da elicotteri, al quale spetta -tanto di giorno che di notte, sia in mare che in ambiente costiero- il rischioso compito di farsi calare in mare, su navi o su terra, e prestare il soccorso alle persone in pericolo di vita.
Gli aerosoccorritori della Base della Guardia Costiera di Sarzana, lo ricordiamo, sono stati impiegati in tutti i drammatici eventi occorsi negli spazi marittimi dell’area di competenza: dal soccorso alla M/N Margaret (Diga Foranea del porto della Spezia), al naufragio della Costa Concordia, tanto per citare i maggiori per numero di persone soccorse.
I nuovi giovani aerosoccorritori hanno conseguito il brevetto dopo un’impegnativa selezione e la frequenza di un duro corso di formazione della durata di 3 mesi, comprensivo di corsi teorici, addestramento pratico e formazione sanitaria, svoltosi interamente a Sarzana.
Il Comandante della Base Aeromobili di Sarzana, Capitano di Vascello Pilota Paolo Cafaro, ha rivolto a Sierra22 e Sierra23 (questi i loro nuovi nominativi radio) un caloroso “in bocca al lupo”, con la certezza che sapranno adempiere con onore e professionalità al nuovo ed impegnativo incarico che li aspetta in futuro.

GUARDA I MEZZI E GLI ELICOTTERI DELLA GUARDIA COSTIERA SU FIAMMEBLU

I commenti sono chiusi.