Le richieste, gli impegni e le battaglie degli infermieri IPASVI

Gli infermieri, riuniti a Roma dal 5 al 7 marzo 2015 per il XVII Congresso Nazionale della Federazione dei Collegi IPASVI, orgogliosi del percorso professionale svolto nei 60 anni della loro storia, e consapevoli del loro ruolo nel sistema salute del Paese a favore della collettività, convinti che è giunto per il nostro Paese il tempo delle scelte, confermano di sentirsi protagonisti del loro futuro e di voler assumere un ruolo più forte e di solida presenza dove si discute, si dibatte e si decide per l’organizzazione della sanità, per la formazione, per il lavoro e per l’assistenza ai cittadini.

Tenuto conto della necessità di un significativo e profondo cambiamento del paradigma curativo assistenziale in un sistema salute dove acquista sempre maggior peso la gestione della cronicità e della fragilità, considerata la necessità di rendere sostenibile il sistema, nella consapevolezza che la salute dei cittadini rappresenta il bene primario per il futuro del nostro Paese, dicono:

• basta con la riduzione numerica dei professionisti infermieri

• basta con l’ibernazione dei loro compensi

• basta con i tagli lineari che minano alla base il livello e la qualità dell’assistenza, mettendo a rischio la salute dei cittadini

• basta con le accuse di invasione di campo, che compromettono il lavoro d’équipe tra i professionisti della sanità.

Si impegnano:

• a stringere un nuovo patto per l’assistenza con i cittadini, per rispondere ai bisogni di salute con competenza, professionalità e umanità

• a rinnovare il loro impegno per il sistema salute, sollecitando le Istituzioni a garantire ai cittadini l’equità di accesso alle cure e all’assistenza su tutto il territorio nazionale

• a erogare servizi orientati alla centralità e qualità di vita dei cittadini e a monitorare la qualità delle prestazioni

• a costruire, nel rispetto reciproco dei ruoli, un nuovo modello di cura e assistenza che integri le competenze specifiche di ogni professione sanitaria

• a dare corso a quanto scaturito dal dibattito congressuale.

Chiedono:

• la valorizzazione delle funzioni, dei ruoli e delle competenze dei professionisti infermieri

• lo sviluppo del ruolo dell’infermiere specialista nelle organizzazioni sanitarie.

I commenti sono chiusi.