Sudafrica, Astrazeneca ‘inefficace’ contro variante sudafricana: governo blocca vaccinazione

Variante sudafricana, Astrazeneca “inefficace”: a determinare il passo indietro del governo è lo studio condotto dall’Università di Witwatersrand di Johannesburg

Sudafrica, la variante mette in crisi il vaccino AstraZeneca: il governo ferma tutto

Il vaccino contro il Covid-19 prodotto dall’azienda AstraZeneca sarebbe scarsamente efficace contro la nuova variante del virus individuata in Sudafrica – la 501Y.V2 – e pertanto il governo sudafricano ha annunciato la sospensione della campagna nazionale di immunizzazione.

Come riporta la stampa internazionale, a determinare il passo indietro del governo è lo studio condotto dall’Università di Witwatersrand di Johannesburg.

I ricercatori hanno somministrato il siero su 2.000 persone, rilevandone l’efficacia sulle forme gravi della variante Covid-19 solo nel 22 per cento dei casi, mentre sulle forme più acute il farmaco non funzionerebbe affatto.

Lo studio non è ancora stato pubblicato su una rivista scientifica né è stato esaminato da altri ricercatori indipendenti, tuttavia è stato sufficiente per spingere le autorità a sospendere la campagna di vaccinazione.

Al momento il Sudafrica dispone esclusivamente di milioni di dosi del vaccino di AstraZeneca, in una fase in cui il 90 per cento dei nuovi casi di contagio vengono attribuiti alla variante 501Y.V2.

Le autorità hanno ora poco tempo per decidere il da farsi, dal momento che le dosi scadranno nel mese di aprile.

Per approfondire:

Variante sudafricana del COVID-19, Maria Van Kerkhove (WHO): nessuna evidenza resista al vaccino

Leggi l’articolo in inglese

Fonte dell’articolo:

Agenzia Dire

I commenti sono chiusi.