Torneo Nazionale ANPAS: A Borgotaro il Tre Confini ai nastri di partenza

Sarà un evento di caratura nazionale, con il coinvolgimento diretto di ANPAS nella gestione e nell'organizzazione, quello che si prepara ad ospitare Borgotaro. Fra tradizione e novità, ecco cosa aspettarsi per il 22-23-24 di giugno

PARMA – Anpas Nazionale, in collaborazione con l’Assistenza Pubblica Volontaria di Borgotaro-Albareto ed il Comitato regionale Anpas Emilia-Romagna, ha organizzato quest’anno il 1° Torneo Sanitario Nazionale di Anpas che si svolgerà a Borgo Val di Taro (PR) il 22/23/24 giugno 2018. Si tratta di una nuova veste per il tradizionale “Tre Confini” – arrivato alla decima edizione, sempre in ricordo del volontario – e poi infermiere del Pronto Soccorso di Parma – Matteo Caporali, scomparso 10 anni fa. Grazie all’impegno dei militi borgotaresi, il Tre Confini è diventato importante e conosciuto, tanto da venire selezionato da ANPAS Nazionale per essere il primo torneo della penisola dedicato alle Pubbliche Assistenze. L’evento sarà organizzato da ANPAS Emilia Romagna e la collaborazione del circuito nazionale porterà nove associazioni al torneo: ci saranno partecipanti da Valle d’Aosta, Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Toscana, Liguria, Lombardia, Piemonte e, come da tradizione, il detentore del trofeo dei Tre Confini che è la Pubblica Assistenza di Salsomaggiore Terme.

Borgotaro si prepara dunque a diventare capitale del soccorso per tre giorni, 22, 23 e 24 giugno. L’addestramento inizerà il 22 giugno con il montaggio e l’allestimento del campo Regionale Emilia Romagna di Protezione Civile, e della cena inaugurale realizzata dalla cucina regionale di ANPAS (costo di partecipazione per tutti i volontari 2 euro). Verranno quindi presentate tutte le squadre arrivate dai vari Comitati Regionali Anpas partecipanti al 1° Torneo Nazionale, che saranno in gara il sabato 23 giugno su 6 scenari formativi, mentre il pubblico potrà godere l’apertura degli stand espositivi di attrezzature ed allestitori di ambulanze. In area dedicata sarà svolto un servizio specifico per il gruppo cinofili, con addestramento e allenamento dei cani e tutorial per le varie associazioni.

Alla sera, sarà ancora cena con la cucina regionale Anpas per tutti i volontari partecipanti e festa, in attesa della giornata conclusiva, domenica 24 giugno, con i gruppi ANPAS dei Giovani Soccorritori d’Italia. A fianco delle gare per i futuri centodiciottisti, si terrà il convegno formativo in collaborazione con il Reparto di Investigazioni Scientifiche RIS di Parma, dedicato alla scena del crimine. Al termine dell’evento sarà consegnata ai partecipanti la certificazione Regionale Anpas ER, per il mantenimento della qualifica PIS per tutti i volontari partecipanti. Finali della Gara formativa dei Gruppi Giovani Soccorritori d’Italia, premiazioni e pranzo di chiusura segneranno la fine di questa bella esperienza che porterà avanti ad un livello ancora più alto il nome del “Tre Confini” e di Matteo, che con il suo esempio e la sua dedizione lo ispirò dieci anni fa.

 

I commenti sono chiusi.