Rieti, esplosione in un distributore, muore Vigile del Fuoco

15 Feriti fra cui alcuni Vigili del Fuoco e alcuni soccorritori del 118. Dalle prime informazioni risulterebbero alcune persone gravi. L'esplosione è avvenuta al chilometro 39 della Salaria in prossimità di Borgo Quinzio, Rieti

Grave esplosione questo pomeriggio verso le ore 14.00 in un distributore di carburanti lungo la via Salaria, all’altezza di Borgo Quinzio, provincia di Rieti. Sul posto sono intervenuti tempestivamente i Vigili del Fuoco e i soccorritori del 118. Tra i feriti due vigili del fuoco e alcuni soccorritori del 118 che hanno riportato ustioni al volto.

Il bilancio attuale è di due morti – secondo la ricostruzione di Repubblica Roma – e una dozzina di feriti. L’esposizione è avvenuta al distributore di Passo Corcese, poco prima dell’abitato di Borgo Quinzio. Secondo quanto si apprende dalla Questura di Rieti il bilancio è piuttosto grave, perché sono state segnalate due persone decedute ed una decina di feriti.

Dalle prime informazioni a perdere la vita sarebbe stati un Vigile del Fuoco in servizio nel distaccamento di Poggio Mirteto e un uomo che al momento dell’esplosione dell’autocisterna di Gpl si trovava nei pressi del distributore. Il grave episodio è iniziato mentre il camion del rifornimento stava effettuando lo scarico del caburante. Per cause ancora da accertare il mezzo ha preso fuoco e la successiva esplosione è dipesa proprio dalle fiamme che hanno avvolto il mezzo, carico di gas da petrolio liquefatto. Dodici le persone che inizialmente sono state ustionate, tra cui alcuni vigili del fuoco, giunti sul posto prima del boato dai distaccamenti di Poggio Mirteto e Montelibretti proprio per sedare le fiamme.

Il boato e l’onda d’urto sono stati così violenti che uno dei mezzi dei Vigili del Fuoco è stato spostato e ribaltato, così come la stessa autocisterna, volata a decine di metri di distanza. Una delle vittime è stata trovata morta in un’auto che ha preso fuoco e che si trovava in questa strada.

L’incendio coinvolge i due versanti della zona dove è avvenuta l’esplosione, a nord e a sud della Salaria. Il 118 è sul posto con due elicotteri attrezzati per il tarsferimento di feriti, un’automedica e diverse ambulanze. I feriti sono stati trasportati in diversi nosocomi della capitale: Policlinico Gemelli, Sant’Andrea e presso il Centro grandi ustionati del Sant’Eugenio.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.