Droga del cannibale

Definizione

La Droga del Cannibale, conosciuta anche con i sinonimi italiani Droga degli Zombie, Settimo Cielo e inglesi Bath Salts, White China, Lady Bubbles, Dynamite, Vanilla Sky, Ivory Wave e Cloud 9, è una sostanza sintetica, altamente tossica che agisce sul cervello come la cocaina. Il principio attivo su cui si basa, il mefedrone, coinvolge gli stessi circuiti della gratificazione su cui influisce la cocaina.

Come agisce

La droga del cannibale, come tutte le droghe sintetiche, agisce sul lobo prefrontale del cervello, deputato al controllo volontario dei comportamenti, inibendolo.

Gli effetti

Le reazioni sono varie e soggettive. Fra le conseguenze più frequenti si registrano:

  • eccessiva e maleodorante sudorazione ;
  • aumento della temperatura corporea ;
  • mal di testa ;
  • palpitazioni ;
  • nausea ;
  • paranoia ;
  • allucinazioni ;
  • attacchi di panico ;
  • disorientamento ;
  • confusione mentale ;
  • ansia ;
  • crisi schizofreniche ;
  • ansia ;
  • dipendenza psicologica ;

La sovrastimolazione del cuore, della circolazione sanguigna e del sistema nervoso possono provocare attacchi molto seri, che nel caso dell’assunzione della droga del cannibalehanno portato anche alla morte. Il rischio aumenta se a questa sostanza vengono associati l’uso di alcol o altre droghe. La droga del cannibale provoca dipendenza psicologica e induce a un suo utilizzo sempre più frequente, sviluppando una forma di ricerca compulsiva della sostanza e quindi determinando vera e propria dipendenza.

Poiché le sostanze sintetiche iperstimolanti sono in grado di azzerare i freni inibitori e istigare l’istinto alla violenza in chi le prende, si è diffusa l’idea nell’opinione pubblica che l’assunzione di questa droga induca al cannibalismo e da qui deriva il nome con cui è conosciuta.

In realtà non esistono studi scientifici capaci di dimostrare questa correlazione. È vero però che la Droga del Cannibale, agendo sui principali neurotrasmettitori stimolanti del sistema nervoso centrale, dalla serotonina alla dopamina, alla noradrenalina, amplifica pericolosamente gli istinti di chi ha già tendenza alla violenza, generalmente già tossicodipendenti e poli-consumatori di droghe, in molti casi già affetti da disturbi psicotici.

La cronaca

Al consumo della Droga del Cannibale si legano alcuni drammatici episodi di cronaca. Ad esempio l’atto di cannibalismo avvenuto a Miami nel 2012, quando un uomo nudo, completamente fuori di sé e consumatore della sostanza, venne ucciso mentre stava mangiando in strada la faccia di un altro uomo. Sempre nel 2012, a Genova, un 24enne russo, dopo avere fumato la sostanza stupefacente, aggredì la sua ragazza e dopo averla stretta al collo, iniziò a morderle il viso.

La legge

Il mefedrone, principio attivo della Droga del Cannibale, è inserito nella Tabella delle Sostanze Stupefacenti del D.P.R. 309/90 ed è considerato illecito. È una molecola non facilmente rilevabile ai normali test di screening su urina ma viene riscontrata attraverso le analisi del sangue e delle urine condotte in laboratorio. In caso di positività al mefedrone, guidare l’auto, la moto o il motorino, comporta il ritiro della patente da parte delle Forze dell’Ordine, il sequestro del veicolo, una multa ingente, la segnalazione alla Prefettura e persino il ritiro del passaporto.

I commenti sono chiusi.